06 gennaio 2014

Sui pratoni del Pralongià in Alta Badia (3)

Qui la prima puntata. Qui la seconda. 
Sto camminando in una immensa distesa di neve candida sull’altopiano di Pralongià. La vista è allo stesso tempo emozionante e rilassante. 

DSC 6075

Il cielo è azzurrissimo, anche se...

DSC 6077

Nuvole innocue ma consistenti stanno arrivando da Cortina, zona che è rimasta nuvolosa per tutto il giorno. 

DSC 6079

Io avanzo nella speranza che il sole stia fuori, perché fotografare questi luoghi senza sole sarebbe un delitto. 

DSC 6081

Purtroppo però le nuvole vincono e io decido che è l’ora di fermarmi per la pausa pranzo. Lo faccio ora nella speranza che le nuvole spariscano velocemente. 

DSC 6083

Pazzesco però la diversità di atmosfera che c’è alla mia destra

DSC 6086

rispetto a quello che vedo alla mia sinistra. Sembrano due giornate completamente diverse. 

DSC 6084

Devo trovare un posto per poter mangiare in santa pace e con le chiappe all’asciutto, se fosse possibile. Nel frattempo vedo là in fondo la lunga strada che porta alla croce di vetta del Pralongià. 

DSC 6087

Guardate il vento e la neve cosa fanno. 

DSC 6088

Dopo altri 5 minuti di cammino, vedo una panca a ridosso di una baita e per giunta rivolta a sud. Decido di fermarmi qui. 

DSC 6090

Scarico lo zaino dalle spalle e mi riposo. 

DSC 6092

Sono un po’ sudato e l’assenza del sole non è il massimo, visto che le temperature viaggiano intorno ai -6°, -9°. Inizio a preparare il mio pranzetto. 

DSC 6093

Focaccia appena sfornata da imbottire. 

DSC 6094

Bibita in fresca. 

DSC 6096

E si parte. Che fame!

DSC 6095

Ecco il panorama che ho davanti mentre mangio. Sembra che le nuvole si stiano diradando. Forse mi va bene. 

DSC 6097

Verso Cortina è ancora arrabbiato. 

DSC 6098

DSC 6099

Là in fondo vedo il Sella molto imbiancato. 

DSC 6104

Finisco di mangiare, mi cambio la maglia e avviene il miracolo. Le nuvole se ne vanno, anche verso Cortina ci sono ampi sprazzi di sereno. 

DSC 6105

Le Conturines rivedono anche loro il sole. 

DSC 6106

Posso salutare il luogo dove ho consumato il pasto e ripartire. 

DSC 6107

Alla mia destra c’è uno spettacolo da togliere il fiato. Quello a punta sulla sinistra è il Sassongher. 

DSC 6108

Sono felice perché il sole è tornato a scaldare la mia faccia. 

DSC 6109

Dietro di me, le Conturines. 

DSC 6110

Ancora il Sassongher.

DSC 6113

Questo invece è il Sass dla Crusc nella sua parte finale sopra La Villa e Badia. 

DSC 6118

Purtroppo il cielo peggiora nuovamente. 

DSC 6121

Nel frattempo sono arrivato il vetta al Pralongià a 2138 metri d’altezza. 

DSC 6122

Qui chiedo ad uno scialpinista se una delle piste da sci che vedo, porta in zona Armentarola.

DSC 6123

Fortunatamente mi dice che c’è una pista azzurra che arriva proprio dove ho la macchina io. Decido senza tentennamenti di cambiare il percorso di ritorno non passando più per la lunga strada nel bosco. Intanto rimiro il panorama che mi si è aperto davanti. 

DSC 6124

DSC 6125

DSC 6126

Il cielo verso Cortina è di nuovo nero. 

DSC 6129

Ecco le punte della Croda da Lago. 

DSC 6130Una mega panoramica dal Pralongià (ingrandibile).

Schermata 2014 01 05 alle 23 50 35

A presto per la fine del racconto!

Pin It

1 commento:

Anonimo ha detto...

stupende !!!

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...