15 giugno 2009

Bathala. Il rientro a casa (7)

Puntate precedenti:
Bathala. Il viaggio.
Bathala. Il viaggio 2.
Bathala. Il risveglio.
Bathala. Il meteo.
Alla scoperta di Bathala. Apoteosi fotografica.
Bathala. L'escursione all'isola deserta.
Bathala. Ultime emozioni.
E prima o poi doveva finire. Siamo arrivati alla fine di questa lunga carrellata di immagini. Scegliere quelle da pubblicare sul blog è stata dura perchè le foto in totale superavano quota 1900. Naturalmente quasi la metà degli scatti sono fotoritratti, perchè in questi ambienti è d'obbligo immortalare e immortalarsi, per poi ricordare i bei momenti. Quello che è stato pubblicato spero sia il meglio, ma può benissimo essere che mi sia sfuggito qualcosa. Pazienza!
Ora si parte con l'ultima carrellata fotografica. Nulla di spettacolare, ma semplicemente una documentazione visiva del viaggio di ritorno da Bathala. Ecco il momento più duro, forse: la passeggiata sul pontile che porta gli ex naufraghi a casa. Gli ultimi istanti su Bathala che vigliaccamente si fa vedere con un sole e un mare da leccarsi i gomiti, mica come quando siamo arrivati che era uno schifo allucinante!
Ultimo saluto a coloro che ci guardano andare via, ancora immersi nel pucio della laguna. Maledetti!!!
Bathala sembra proprio voler farsi vedere tutta imbellettata oggi che ce ne andiamo.
Sul Dhoni che ci accompagna verso la piattaforma al largo, c'è un pesante silenzio.
Ecco l'idrovolante che ci aspetta.
L'ultimo scatto a Bathala. Chissà se mai ci tornerò.
Il mare stamattina è molto tranquillo. Meno male, non balleremo come all'andata.
A vedere questi colori dell'acqua, passa veramente la voglia di andare a casa.
Trasbordo delle valigie.
Si decolla. Addio Bathala!!!
Ecco la piattaforma da cui siamo partiti.
Dopo 20 minuti di volo assolutamente tranquillo, ecco spuntare sotto di noi l'operativa Malè.
Approfitto e scatto una serie di foto alla città che ahimè non si riesce mai a visitare quando si viene qui.
I palazzi sono fitti e molto colorati.
Volevo scorgere la fabbrica della Coca-Cola ma non sono riuscito a vederla. Forse è in un isola vicina.
I maldiviani cittadini, che sono "padroni" di un mare tra i più belli al mondo, si devono accontentare di questa pozza!
Ed ecco l'aeroporto di Male. Come caspita faranno ad atterrare in una striscia così corta quei bestioni, non si sa.
Il caldo è decisamente tosto. Bisogna cercare di resistere fino a dentro l'aeroporto.
La bandiera maldiviana.
Dopo il check-in e dopo essermi accaparrato anche al ritorno i posti vicino all'uscita (quindi più larghi) sborsando 30 euro in più a persona, arriviamo al gate e si capisce da subito che ci sarà un ritardo. E' il primo in tutta la vacanza, non poteva finire così. Era tutto troppo bello. Inoltre il nostro Airbus A330-200 della Eurofly ha avuto un problema tecnico ed è rimasto a Malpensa. Ci avvisano che verrà sostituito con un Boeing 767 della Neos (Gruppo Ventaglio) che però partirà con un'ora circa di ritardo a causa del catering (le cibaglie per noi!) che è arrivato molto in ritardo. Ecco l'aeromobile.
Le operazioni di imbarco del cibo infatti sono ancora in via di completamento. Come spiegavo già qui, volare con i Boeing mi infastidisce un pò perchè sono sempre stato su Airbus ed ho sempre volato bene. Ma non posso far altro che accettare il cambio!
Questo ragionamento lo faccio non sapendo che pochissime ore prima proprio un Airbus è sparito dai radar in un volo tra il Brasile e Parigi.
Il volo e il personale di Neos si rivelerà alquanto scorbutico, forse proprio a causa di questo volo non previsto. Sta di fatto che ci geleranno con l'aria condizionata a palla, ci daranno bevande col contagocce e saranno parecchio scortesi.
Dopo il decollo, fase del volo che adoro, un ultima occhiata ai colori maldiviani.
Poi il tutto sparisce dietro alle nuvole. Ci attendono ben 8,50 ore di volo. E il ritorno sarà decisamente più lungo e sentito dell'andata, anche e soprattutto perchè era notte.
Alle 13 arriva il pranzo mandato, almeno quello, da Eurofly, e devo dire che non è male.
La proiezione di film è moscia e monotona, senza contare che non avendo distribuito le cuffiette, non si sente un ostrega.
Siamo sopra il mondo!
Terre arabe.
Dubai!!! La foto l'ho dovuta contrastare parecchio perchè c'era tanta foschia.
Per chi non è mai stato in aereo, ecco un piccolo video per farvi sentire come si viaggia e com'è la sensazione generale.

Le coste turche. Ormai non manca poi molto. Questo è l'ultimo scatto che farò. Dopodichè nulla più di interessante acchiapperà il mio occhio.
Qui finisce il foto-racconto della mia vacanza a Bathala. Spero vi siate divertiti e vi sia piaciuto.
(TTP 1 ora e 10 minuti) Pin It

10 commenti:

Saint Andres ha detto...

Caspita Dubai!! Incredibile come si veda dall'aereo!! L'anno prossimo loft a Dubai Momo, mi raccomando, hai anche molta meno strada di aereo :D

Gao ha detto...

Momo, scusa se ne approfitto: mi ricordo che avevi fatto un post di un week-end in una beauty-spa dalle tue parti.
Non e' che mi puoi mandare il nome? Ho provato a cercare il post ma non sono riuscito, con tutte quelle foto ci mette una vita a visualizzare le pagine. Thanks!!

Momo ha detto...

Saint, eh si. Quando ho visto quella forma sull'acqua l'ho riconosciuta subito anche se a Dubai non ci ho mai messo piede. Dai l'anno prossimo prendo in considerazione eh! :-)

Gao, eccoti servito:
http://fotomomo.blogspot.com/2009/03/coccole-in-valle-aurina.html

Anonimo ha detto...

un bel foto-racconto!
bravo
ciao
ba

AmosGitai ha detto...

Che posti... che colori... che invidia!!!

Zion ha detto...

meraviglioso anche l'ultimo post della splendida vacanza.
Applausi!!! :D

Anonimo ha detto...

Complimenti davvero.
Un bel foto-racconto che ci ha fatto assaporare un angolo di paradiso.
Grazie Momo.
Ciao Silvano

Sarah ha detto...

Ahahaha, corta la pista di Male...perchè non hai mai vista quella di Genova, ogni volta sembra che finisci in mare!

Gao ha detto...

grazie!

Saint Andres ha detto...

Un mio collega di mio papà è andato per motivi di lavoro, e ha detto che tendenzialmente non è nemmeno carissimo, tanto per fare un esempio sciare una giornada allo SkiDubay costa 200 dollari noleggiando tutta l'atrezzatura, mangiare costa molto molto poco.

C'è un solo problema. Dormire in Hotel, evito di spararti cifre perché sono batoste :D

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...