31 maggio 2011

WWDC 2011 Apple. C'è Steve a presentare.

Schermata 2011 05 31 a 16 16 48

Tra sei giorni, il 6 giugno 2011, al Moscone West di San Francisco, California, Apple aprirà i battenti del WWDC, che in parole spicce altro non è che la Conferenza tecnica degli Sviluppatori Mac.

Schermata 2011 05 31 a 16 20 38

Stranamente Apple ha già reso noto i tre argomenti principali. Si parlerà di Lion, il nuovo sistema operativo che uscirà tra pochi mesi.

Schermata 2011 05 31 a 16 21 55

E poi si parlerà di iOS 5, il nuovo sistema operativo appositamente creato per iPad, iPhone e iPod touch. E poi verrà introdotto iCloud, il nuovo pacchetto di servizi on line messo a disposizione da Apple. Si parla di musica in streaming, piuttosto che molti dei tools ora dentro MobileMe, che verranno resi gratuiti e disponibili a tutti. Ma la cosa che più di tutte mi preme dire, è che a presentare tutto ciò agli assetati sviluppatori, sarà niente di meno che Steve Jobs in persona. Alla faccia di tutti quelli che pensavano ad un suo non ritorno in azienda.

Pin It

29 maggio 2011

La fiera dei bimbi a Bolzano

DSC 5966

Oggi pomeriggio, sfidando i 34 gradi della città di Bolzano, sono andato a Bimbinfiera, un salone completamente dedicato ai bimbi appena nati e ai loro genitori. Un mondo completamente nuovo per me, ma decisamente divertente e stimolante. Anche sorprendentemente tecnologico, devo dire. Inizio così ad interessarmi a ciò di cui potrà aver bisogno la mia piccola in arrivo.
Raccolto tante informazioni curiose e utili, come questo fantastico termometro che permette di rilevare la temperatura a distanza!

Schermata 2011 05 29 a 21 22 21

Oltre a misurare la febbre al piccolo senza manco svegliarlo, è possibile sapere che temperatura ha l'acqua del bagnetto, piuttosto che la pappa o il biberon pronto da bere. Basta puntare il laser rosso in mezzo alla fronte del piccolo (detto così sembra inquietante!) e portare il termometro all'incirca a 3 cm dalla fronte. Subito la temperatura viene rilevata nel display con una precisione al decimo di grado. Il costo di questo termometro è di 70 euro e si trova in farmacia. Poi ho visitato lo stand di Noukie's, azienda belga che fa prodotti esteticamente eccezionali. Paco l'asino e Lola la mucca sono ovunque.

Schermata 2011 05 29 a 21 30 04

Schermata 2011 05 29 a 21 30 11

Successivamente ho fatto la conoscenza di Mam, azienda austriaca super specializzata nei succhietti (ex ciucci). Abbiamo subito avuto un'ottima impressione della qualità e del livello di preparazione dei prodotti dal punti di vista medico/sanitario. E così abbiamo comprato questa confezione in supersconto fiera.

DSC 5902

In omaggio ci hanno dato un'altro piccolo biberon e uno spazzolino per bimbi piccoli.

DSC 5903

Gli oggetti che usano al giorno d'oggi i neonati sono veramente spaziali rispetto a quelli che conoscevo io. Prendiamo per esempio questi biberon. Sono eccezionali perchè hanno un sistema di suzione anti-colica, che a ben vedere è uno dei principali motivi per cui i bimbi lanciano urli a 80 decibel. Vediamo come sono fatti. Intanto il materiale plastico, che è privo di Bisfenolo A.

DSC 5904

Come vedete la tettarella non ha buchi per il passaggio del latte. Sono presenti dei microfori nella parte setosa della tettarella che fanno passare il latte esattamente come fa il seno della mamma.

DSC 5905

Ecco perchè utilizzando questi biberon non si disabitua il bimbo al seno materno anche sostituendolo momentaneamente col biberon.

DSC 5906

Sul fondo c'è il segreto di questi biberon anti-colica. Appena il neonato inizia a deglutire, la valvola bianca che vedete qui sotto, si alza e l'aria entra dai numerosi fori di ventilazione.

DSC 5907

In questo modo il bimbo non deglutisce aria ma solo latte riducendo il rischio di coliche e otiti dell'80%.

DSC 5908

In questo pacco sono presenti 4 biberon, due succhietti, un bite e un clip.

DSC 5909

Ecco i succhietti. Anche questi "aggeggi" sono decisamente cambiati rispetto ai ciucci di una volta.  E qui Mam dicono sia leader mondiale e quindi esperienza ai massimi livelli.

DSC 5912

La prima cosa che ho notato è stata l'assenza dell'anello. E c'è un preciso motivo per cui il retro del succhiotto non ce l'ha. Al suo posto c'è un bottone con disegni molto carini. L'anello è stato tolto perchè il bimbo è portato a creare una trazione del succhietto in avanti e quest'azione, alla lunga porta a malformazioni all'arcata dentaria. Avete mai visto bimbi o bimbe con i denti in fuori? Ecco, una delle cause potrebbe essere stata proprio lo scorretto uso del succhietto.

DSC 5910

La tettarella ha una forma che si appiattisce quando il bambino succhia. C'è anche una valvola interna che permette all'aria di entrare e uscire durante la compressione esercitata dalla suzione. I succhietti Mam hanno anche una mascherina che aderisce perfettamente al contorno bocca, e permette il perfetto drenaggio della saliva. Inoltre da al bambino la sensazione di avere il controllo del succhietto nella cavità orale e riduce la tensione da morso, mantenendo la mandibola nella giusta posizione.

DSC 5911

Questo si chiama bite e serve per pulire i denti del bambino durante la masticazione.

DSC 5913

In questo incavo ci sono micro setoline morbidissime che massaggiano le gengive.

DSC 5914

Questo invece, è il clip per evitare che il succhietto cada per terra. Completamente privo di parti metalliche, è veramente strautile.

DSC 5915

Ecco tutti i biberon in fila. La scatola è costata 25 euro.

DSC 5916

E in omaggio ci hanno dato il piccolo biberon e lo spazzolino.

DSC 5917

Insomma, queste fiere di settore sono proprio l'ideale per farsi una panoramica completa su prodotti, soluzioni e trovate geniali delle varie aziende sparse per il mondo.

Pin It

28 maggio 2011

5000° post!!!

E' tempo di traguardi in questo periodo per Squarciomomo. Il 30 aprile festeggiavo il nuovo primato di 2089 visite in un giorno, mentre il 17 febbraio arrivava il 10.000° commento da parte dei miei lettori. E oggi, insieme a tutti voi, voglio onorare il 5000° post in questo blog!

Schermata-2011-05-28-a-09.58.42.jpg

Un traguardo sicuramente non da tutti i giorni, che mi fa capire quanto sia importante per me questo canale di comunicazione con il mondo esterno. Dar vita a Squarciomomo ogni giorno è faticoso, impegnativo, a volte pesante, soprattutto quando ti trovi davanti ad un post da cominciare e oltre 4-500 foto da selezionare per comporlo. Magari sono stanco, appena tornato da un'escursione al sabato pomeriggio, ma per mancanza di altro tempo durante la settimana, mi metto a farlo comunque, impiegando 2-3 ore per scrivere e assemblare il tutto.
Spessissimo utilizzo la funzione dei posts posticipati, che mi permette di pubblicare all'ora e nel giorno che voglio, anche quando sono impegnato al lavoro. E quindi capita molto di frequente di avere 4-5 posts già pronti, che poi vengono pubblicati ore o giorni dopo la loro composizione. In questo modo vi tengo "incollati" al blog in ogni ora della giornata! :-) Nonostante tutto l'impegno che Squarciomomo implica, le soddisfazioni sono troppo alte per rinunciare a tutto ciò. E quindi ho la netta impressione che mi subirete ancora per un bel po'. Mi auguro da solo altri 5000 posts. Viva Squarciomomo e i suoi lettori!
Colgo l'occasione per chiedervi, per chi non l'avesse già fatto, di diventare fan di Squarciomomo su FB. Basta cliccare sul banner qui a fianco o visitare questa pagina. Grazie a tutti!!! 
L'immagine del post è stata composta con il simpaticissimo software Comic life, disponibile sia per mac che per PC, scaricabile da qui.

Pin It

E' ancora neve

DSC_5896.JPG

Buongiorno gente, qui nelle valli dolomitiche non ci capiamo più niente. Che dovremmo pensare quando fino a metà settimana si scoppiava di caldo con temperature di 32 gradi a 1000 metri, e stamattina, dopo vari temporali notturni, ci ritroviamo con la neve sopra la testa? Ditemi voi.

DSC_5894.JPG

DSC_5895.JPG

Pin It

26 maggio 2011

diecicentomille bugie

Schermata 2011 05 26 a 09 19 42

Pin It

25 maggio 2011

Fissa la porta, fissa la porta, fissa la porta!

Play please.

Schermata 2011-05-24 a 22.10.49.png

Io sono pronto.

 

Pin It

24 maggio 2011

mAIUSCOLE E mINUSCOLE NEL PC

Schermata 2011 05 24 a 16 04 20

Mi vien da ridere. C'è un errore di battitura che può esser fatto solo ed esclusivamente con le tastiere di un triste PC. E' quello che vedete sotto la fotografia in questo screenshot di un articolo del Corriere.it. Le lettere che dovrebbero essere maiuscole son minuscole, e viceversa. Anche io, quelle poche volte che mi tocca usare un triste PC, incappo spesso in questo inconveniente. Basta dimenticare il blocco delle maiuscole attivo, e iniziare a scrivere. Se si vuole digitare "Squarciomomo" e per fare la maiuscola si preme lo shift, la lettera anzichè risultare comunque maiuscola come accade nel mac, diventa minuscola, come ad annullare il doppio comando (maiscola + maiuscola). Di conseguenza il resto delle lettere rimane maiuscolo con il risultato che si batterà "sQUARCIOMO". Ridicolo.  Ancor più ridicolo quando l'errore è bello evidente come in questo caso.

Pin It

Il giro d'Italia sul Gardeccia (terza parte)

Qui la prima parte.

Qui la seconda parte.

Eccolo, è Mikel Nieve, ciclista spagnolo, il primo a comparire sulla linea del traguardo dopo 229 km di montagne massacranti e 7 ore e 27 minuti di gara. Si volta indietro e può esultare.

DSC 5538

DSC 5545

per qualche tempo Nieve è anche stato Maglia Rosa, ma poi Contador è tornato sotto.

DSC 5550

Eccolo tagliare il traguardo. Lo sfinimento è evidente. La velocità di marcia è bassissima.

DSC 5553

In cinque lo sorreggono e lo portano via.

DSC 5554

Dopo 1 minuto e 41 secondi arriva anche Stefano Garzelli, bravissimo 37enne varesino che di Giri ne ha visti 12 e uno l'ha anche vinto nel 2000.

DSC 5557

Anche lui super protagonista di giornata avendo passato in testa sia lo scollinamento sul Passo Giau che quello sul Fedaia.

DSC 5566

Poi è stato "fregato" negli ultimi km dal molto più giovane Nieve.

DSC 5571

Anche lui viene preso in custodia dagli addetti. E' sfinito.

DSC 5576

Dieci secondi dopo Garzelli arriva la maglia Rosa, Alberto Contador, che mi prende anche alla sprovvista.

DSC 5577

Alla fine della gara dichiarerà: "E' stata la tappa più dura della mia vita". Comunque Contador mantiene la maglia Rosa saldamente sulle sue spalle.

DSC 5583

DSC 5589

Come i combattenti provenienti dal fronte, arrivano uno alla volta anche gli altri temerari. Ecco Gadret, corridore francese che si piazzerà al quinto posto.

DSC 5602

Arriva anche Nibali, con 3.34 minuti di ritardo. Doveva essere la bestia nera di Contador, ma la fatica ha prevalso.

DSC 5623

DSC 5626

Ogni corridore che passa è una battaglia tra l'urlo della folla e la fatica dell'atleta.

DSC 5679

Mentre la gara volge al termine, è già tempo di premiazioni. Vittoria di tappa per Nieve.

DSC 5688

Ancora maglia Rosa per Alberto Contador che innaffia tutti i fotografi con lo spumante.

DSC 5723

La gente, dopo l'arrivo dei primi 30 corridori, inizia a sfollare. Sono le 18.10. Per tornare a casa ci vorrà un bel po' per tutti. Io che abito a pochi km da qui, arriverò a casa alle 20. Fate un po' voi i conti

DSC 5795

prima di dirigermi verso casa vado a dare un occhio alle tante ammiraglie arrivate qui e deviate subito verso la strada secondaria dietro il rifugio Gardeccia.

DSC 5798

Sopra queste auto ci sono bici che valgono 6-7 mila euro. Un vero patrimonio di tecnologia su due ruote.

DSC 5799

Ecco la bici personale di Contador.

DSC 5803

DSC 5806

Dietro l'organizzazione di una tappa del Giro d'Italia, c'è veramente un sacco di lavoro. Alcune moto della Polizia che scortano i corridori.

DSC 5814

DSC 5815

E' tempo di tornare a casa. Rapidamente mi defilo verso sentieri paralleli alla strada fatta in mattinata, che ora è temporaneamente non transitabile per coloro che vogliono scendere. Stanno ancora salendo i corridori.

DSC 5817

La pioggia ha reso tutto un po' fangoso.  Davanti a me c'è la Marmolada.

DSC 5818

Alla mia sinistra, i ciclisti che salgono.

DSC 5819

Passato l'ultimo atleta, riesco a tornare sulla strada principale. Si cammina più velocemente.

DSC 5820

E si smonta già tutto.

DSC 5821

Arrivato di nuovo a Pozza, ritrovo Cassani al parcheggio, pronto per un collegamento con la Rai.

DSC 5828

DSC 5829

E' veramente tempo di salire sull'auto e tornare a casa. Sono tutto incartapecorito. Doccia, aspettami.

DSC 5831

Pin It
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...