16 ottobre 2012

Stufo di difendere Apple

Schermata 10 2456217 alle 10 09 00

Riporto qui un commento che ho appena fatto al post sull'apertura dell'Applestore di Torino. Sono sinceramente stufo di difendere ciò che non ha motivo di essere difeso. 

 

Anonimo, il tuo è pressapochismo spicciolo, come tanti ti diverti a denigrare senza approfondire un cazzo. Dicevo proprio l'altro giorno al mio collega che era con me a Torino, che ormai c'è la moda di dar contro ad Apple. Non si capisce se sia invidia, rabbia, frustrazione, o chissà quale fenomeno, ma sta di fatto che Apple con i suoi prodotti, si è trasformata nell'origine di tutti i mali. Ma per favore!!! Per favore!!!

In ogni parte del globo, per ogni apertura di uno store Apple, è tradizione consolidata che gli utenti della Mela si riuniscano per fare festa. Questo succede da sempre, ancor prima che iPhone esplodesse a livello globale in termini di vendita. Sono le stesse persone che si attaccano la mela sull'auto e che amano il proprio computer perchè trovano sia un prodotto eccezionale. Ti crea qualche disturbo questa cosa? Se si, devi farti vedere da uno bravo.  A Torino, se hai letto attentamente il post, c'erano due code non a caso: una per l'inaugurazione e una per l'acquisto dell'iPhone 5. Quella gente non era tutta lì per comprarsi un iPhone, anzi, ce n'era una minima parte. Ma poi a te se uno vuole spendere 800 euro per uno smartphone, crea qualche danno? Ti rubano i soldi dal tuo conto corrente? Credi che Apple sia la causa della crisi economica mondiale?

Ma apri gli occhi, Apple fa muovere l'economia come nessuna azienda al mondo può fare ora!!! Apre negozi, crea occupazione, crea lavoro, muove un indotto mostruoso in tutto il mondo, fa girare l'economia con miliardi di dollari di ordini. I mercati mondiali vogliono acquistare prodotti targati Apple e non sarà certo il tuo giudizio ne tantomeno quello di altri che hanno scritto qui a far cambiare questa tendenza. Trent'anni fa si vendevano walkman della Sony a chiunque, oggi si vendono iPhone e iPad ad una fetta di persone molto più larga. Le abitudini della gente cambiano in trent'anni eh, lo sapevi? Se fino a vent'anni fa, spedivamo cartoline dal mare comprando le stesse dal cartolaio e affrancandole con francobollo per poi imbucarle nella speranza che arrivassero a destinazione, oggi facciamo lo stesso mandando un messaggio con l'aiuto di iPhone completo di testo e foto allegata, sfruttando i servizi di Apple gratuiti (iCloud). Questo è solo un minuscolo esempio, ma te ne potrei fare centinaia d'altri. Parli di setta, santonismo demenziale, ma non hai capito una sega, ecco qual'è il nocciolo della questione. Parli così, tanto perchè va di moda dire queste vaccate. Come quelle che raccontano i giornali quando dicono che Apple sfrutta la gente alla Foxcoon. 

Che sono contro al fenomeno dei ragazzini che vogliono ad ogni costo l'ultimo dispositivo della Mela, mi sembra di averlo scritto già più e più volte, ma questo pensi sia colpa di Apple? E perchè mai? Quante pubblicità di Apple in persona hai mai visto in TV o sui giornali? Che tipo di martellamento mediatico avrebbe attuato Apple per rincoglionire le persone? NESSUNO! Questa è la risposta. A differenza di altre aziende tipo le compagnie telefoniche o le case automobilistiche, che ci tempestano con decine di spot al giorno, il successo dei prodotti Apple è solo frutto del passaparola. Evidentemente fanno bene ciò per cui son stati creati. E non si può certo parlare di una moda del momento, visto che questa situazione va avanti da oltre dieci anni (parlo dell'esplosione di vendite di iPhone, iPod e iPad). 

Poi sinceramente io non devo sentirmi costretto a difendere Apple ad oltranza. Viviamo in un libero mercato e ognuno fa quello che cazzo vuole. Vuoi buttare tutti i tuoi risparmi in aerei da modellismo da 5000 euro l'uno? Libero di procedere! Vuoi derubare i soldi alla tua famiglia per spenderli tutti ai videopoker? Arrangiati, i casini saranno tuoi! Vuoi comprarti ogni prodotto Apple che esce e che magari manco ti serve? Prego, accomodati. 

Pin It

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Non sono un'utilizzatrice apple..ma ti do ragione al 100%.
Solo una critica: quello sfondo bianco ti impalla gli occhi mentre leggi..Sembra stiano cercando di ipnotizzarti..

Anonima

Momo ha detto...

Anonima, sistemato. Era un errore tecnico. Grazie del supporto, sia pratico che morale.

Anonimo ha detto...

Momo...non perdere il tuo equilibrio...e non lasciarti trascinare in questa sterile polemica che non porta a nulla oltre che a qualche insulto gratuito.
Dirò però la mia sulla Apple....cercando di analizzare il fenomeno e non pretendendo che mio giudizio sia la verità assoluta.
La Apple a cui fai riferimento tu, e ti riconosci...era la Apple che generava ''amore ed emozione'' verso quei prodotti...ti sentivi apprezzato e dentro un mondo che ti faceva sentire ''fieramente diverso'' di poter utilizzare un prodotto concettualmente diverso e avanti, rispetto ad uno simile. Differenza molto più marcata in ambito professionale, dove i prodotti di Cupertino avevano un ruolo rilevante. Però in questa stretta cerchia di utilizzo Apple (come azienda) faceva fatica a sopravvivere rischiando anche un lento declino.
Grazie a Jobs, la politica di Apple è cambiata
, arrivano le grandi intuizioni, l'innovazione...il capire cosa vuole la gente....Apple, si trasforma...riesce a sopravvivere e si rilancia come mai nessuna azienda al mondo era ed è tutt'ora riuscita a fare! Apple diventare l'azienda con più alta capitalizzazione della storia (si dice, e credo sia vero che la liquidità di Cupertino sia maggiore dello stesso stato americano...!!!!!). In questa fase però...cioè nella scelta di dover sopravvivere, Apple ha perso tutto o parte delle sue antiche peculiarità..''l'amore e la passione'', diventando ''solo'' un azienda che deve generare profitti. Il resto è venuto da solo...dalla miriade di pseudo fanatici, ai veri e propri ''fan-boy'' e per finire alle condizioni di lavoro di Fooxcon.
Il resto lo abbiamo fatto Noi e la società in cui viviamo...con il nostro modo distorto di vedere la realtà...dove in molti pensano solo a come si vuole essere, dimenticandosi invece che è molto più importante quello che si è...e come soprattutto, si è arrivati ad essere quello che siamo.
E poi....lasciami anche fare questa considerazione....Apple si tira dietro tante antipatie..(ma come lo stesso discorso si potrebbe fare per altre aziende)...perché ha avuto la capacità di ''indirizzare'' una generazione, e mi riferisco a quelle ultra-moderne...chè ahimé tendono sempre più spesso a vivere di status-symbol e di immagine e si sono troppo presto dimenticati che spesso per essere ''diversamente felici'' basta solo fermarsi a riflette e magari guardare l'orizzonte magari dalle tue belle Dolomiti...invece di stare per ore o giorni in fila ad aspettare l'apertura di un semplice negozio per poter dire solamente ''io ero presente''.
XWB

Chiudo con una richiesta, ma un bel post dei tuoi, con delle belle immagini e super dettagliato sull'impresa di quel ''folle-sognatore'' di Felix Baumgartner...?

Grazie!

Momo ha detto...

XWB, non sono d'accordo quando dici: "Apple ha perso tutto o parte delle sue antiche peculiarità..''l'amore e la passione'', diventando ''solo'' un azienda che deve generare profitti."
Non è così. Apple continua a fare prodotti con passione e amore, anche e soprattutto oggi. Il profitto è una conseguenza. Ti riporto solo un dato: "Per la settima volta consecutiva, Apple è al primo posto tra i produttori di smartphone per quanto riguarda la soddisfazione del cliente. Apple ottiene un punteggio di 839 su una scala di 1.000 punti e si comporta bene in tutti i fattori analizzati, in particolare per quanto riguarda la facilità di funzionamento e le caratteristiche", si legge nel comunicato della JD Power." Questa è una notizia di non molto tempo fa. E nulla c'entra col profitto.

Anonimo ha detto...

Momo non ti arrabbiare. Hai ragione al 100%. Quelli che muovono certe critiche alla Apple e a quelli che definiscono fanboy sono gli stessi che per ogni cosa invocano la libertà di poter fare e decidere quello che vogliono e poi, vogliono limitarla agli altri perché devono combattere il tiranno capitalista di una grande azienda votata al profitto e che sfrutta qui poveri lavoratori cinesi. Peccato che i veri sfruttatori dei lavoratori cinesi sono quei governanti dello Stato Popolare Cinese che riducendoli a una semi schiavitù sono riusciti a diventare una potenza mondiale economica e politica. Qui mi fermo che è meglio...

Ste ha detto...

Invece fai bene a difenderla, perchè ci credi.
L'unico appunto, se posso permettermi, è verso chi non la pensa come te.
Questa è "casa" tua ed è giusto che tu scriva e dica ciò che ti pare, però ho notato che quando si parla di Apple tendi ad andare un pochino oltre, nei modi.
Non sono nessuno per venir qui a fare la morale a te, prendila come una critica costruttiva.
Saluti.
iSte

Momo ha detto...

Ste, se ho superato un certo limite mi scuso, ma non tendo ad andare oltre "solo" quando si parla di Apple. Mi scaldo quando sento dire cose inesatte e non argomentate. Se poi devo interloquire con degli anonimi codardi che non mettono neppure uno straccio di nome (magari anche finto), allora mi sembra veramente di perdere tempo e parlare a vanvera. E mi incazzo!

Anonimo ha detto...

...e si, forse anche Ste ha ragione...è giusto che casa propria tu sei libero di dire o fare ciò che meglio credi...però pure io ho notato una differenza di ''qualità'' tra i piacevolissimi post del blog, qualunque essi siano...dalla costruzione del giardino, allo speck, passando per il ''mitico'' post del ponte sospeso tra l'europa e l'america (questo per farti capire da quanto tempo ho il piacere di leggerti...) e quelli Apple di cui come già detto, condivido il pensiero di Ste.
Tornando a noi....mi permetto di correggere una tua affermazione in risposta al mio messaggio precedente. Tu scrivi: ''Apple continua a fare prodotti con passione e amore, anche e soprattutto oggi''.....forse volevi dire che ''Apple continua a fare profitti con passione e amore...''. Prendila come una battuta, perchè di questo si tratta....però credimi, io faccio molta molta fatica a vedere ora lo spirito e la passione di quell'azienda nata in un garage...!!!! E poi...un piccolo appunto anche sulla precisazione circa la soddisfazione dei clienti Apple. Il cliente Apple, qualunque esso sia, è comunque un cliente altamente fidelizzato...che a ''fatica'' riconosce, le poche per la verità, problematiche che investono i prodotti di cupertino restandone invece altamente ben impressionato e questo lo fà ''a prescindere''.
Chiaramente non voglio generalizzare....ma nella ''massa'' è così...sono i pregi e i difetti di Apple!
Un saluto XWB

Ste ha detto...

Momo, tieni presente che anch'io utilizzo alcuni prodotti Apple.
Sono stato tra i primi possessori di iPhone (il primo arrivato in Italia), ho un iPod senza il quale non potrei entrare in palestra o in aereo.
Questo perchè non sono uno che critica a prescindere.
Nel tuo post sull'apertura a Torino non ho criticato la Apple, ma bensì l'atteggiamento della gente perchè PERSONALMENTE sono contrario a tutti i tipi di fanatismo.
Basta, la chiudo qui.
Ti preferisco quando parli di montagna, dove sei puro come l'aria che respiri.
Stammi bene e salutami i monti.
Stefano (Ste)

Anonimo ha detto...

Momo hai sbroccato :) Questo per me significa avere una coda di paglia lunga 1 km... (io poi tra l'altro ho un Imac, quindi nulla di preconcetto). Rilassati :)

Anonimo ha detto...

Ciao Momo, io credo che il problema non è Apple in se come Azienda che è sana crea tantissimi posti di lavoro ed aiuta l'economia mondiale ma credo che sia quello che rappresenta per noi italiani....Quando vedi ragazzini di 15/16 anni con un Iphone o un Samsung da 800 euro e le Hogan da 300 euro ai piedi, sarà populismo, saranno luoghi comuni ma ammetterai che sono cose che ti fanno riflettere...
"Be hungry be foolish" io l'ho interpretato come un messeggio ed un consiglio ad una vita migliore, combattere e lottare per creare qualcosa di nuovo un qualcosa di nuovo che migliori la vita di tutti in cui NESSUNO CREDEVA. Probabilmente se oggi Steve Jobs avesse 16 anni non avrebbe avuto le possibilità economiche per avere un Iphone ma avrebbe avuto quel "hungry" per inventarsi e costruirsi uno smartphone persino migliore di quello che non si era potuto permettere e se fosse stato in fila all'apertura del negozio Apple sarebbe stato solo per capire e studiare i nuovi prodotti ed inventarne di nuovi.
E' questo il messaggio che mi piacerebbe che i giovani (ed i meno giovani) recepissero, quello che le generazioni precedenti non sono riuscite a trasmettere, questo vorrei capissero i nostri figli.
L'Iphone, il Samsung, le Hogan, i braccialetti di Tiffany (etc) ognuno è libero di averli se può permetterseli ma NON devono essere oggetti che ci mettiamo davanti agli occhi per non vedere lo schifo che ci circonda.
Ripeto dico cose banali, inutili che sembrano luoghi comuni e che sicuramente non serviranno a nulla ma IO ci credo.
Clea

Anonimo ha detto...

Momo, una cosa sola.....hai ragionissimo.Sono persone arroganti e forse anche un po' stupide. ognuno deve avere le proprie opinioni senza offendere le ragioni dell'altro. cio' vale solo quando l'altro argomenta le proprie. percui incazzati pure con gli ignoranti e vai avanti cosi'.
un grosso abbraccio.

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...