07 settembre 2012

Guerra all'Oziorrinco con Larvanem

NewImage

Ok ragazzi, l'avete voluto voi! Dopo aver constatato per il secondo anno consecutivo, un elevato danno alle piante del mio giardino da parte del simpaticissimo Oziorrinco, animale piacevole in giardino come un riccio nelle mutande, ho deciso per un intervento massiccio e incondizionato. L'attacco biologico!!!! Come detto in precedenza, l'Oziorrinco è molto resistente ai pesticidi ed è veramente duro da debellare, ma con l'aiuto di Larvanem, un prodotto della Koppert ho forti speranze di potercela fare. Il Larvanem contiene il nematode entomoparassita Heterorhabditis bacteriophora, un minuscolissimo vermicello che non si vede ad occhio nudo, il quale si nutre dell'oziorrinco allo stadio larvale. Il nematode, già dopo pochi giorni dall'applicazione, va a cercare le larve di Oziorrinco, entra in esse e le spolpa. Una volta finito con una, va alla ricerca di altre, fino al completo sterminio della colonia. Una cosa abbastanza schifosa a pensarci, ma tremendamente efficace e senza nessunissima controindicazione per piante e uomini. Questo perlomeno nella teoria. Ora passiamo alla pratica. 
Mi sono procurato Larvanem direttamente contattando la Koppert via mail all'indirizzo info@koppert.it. Una signora mooolto gentile e disponibile mi ha spedito, previa mio ordine, due confezioni di Larvanem al prezzo cadauno di 27,20 euro. La scatola è arrivata pochi giorni dopo con all'interno dei ghiaccioli (ormai non più freddi) per tenere al fresco le due confezioni di Larvanem. Se non usato subito, il prodotto va tenuto in frigo. La Moma voleva uccidermi al pensiero di avere milioni di vermicelli dentro il frigo per qualche ora, ma così ho fatto.  

DSC 4219

In realtà le minuscole larve non visibili ad occhio umano (misurano un millimetro circa), sono assolutamente sigillate dentro un sacchettino di plastica insieme a del materiale inerme che le conserva. Ecco come si presenta una confezione di 50 milioni di larve Heterorhabditis bacteriophora.

DSC 4221

Ieri ho provveduto a distribuire il distruttore di Oziorrinchi nel giardino. Ecco quello che ho fatto, seguendo le dettagliate istruzioni in italiano che mi hanno spedito via mail e che potete scaricare da qui
Ho riempito un secchio capiente con 5 litri di acqua.  

DSC 4230

Ho tirato fuori dal frigo la prima scatoletta di Larvanem

DSC 4231

Ecco le tremende larve!!! In realtà quello è il materiale inerme. 

DSC 4232

Mi sono assicurato che l'acqua fosse tra i 15 e i 20 gradi, quindi abbastanza fresca, e ho versato il contenuto della busta in acqua. 

DSC 4233

Ho mischiato per bene e ho lasciato riposare per 5 minuti. 

DSC 4234

A parte ho preparato un altro contenitore molto più capiente del primo (sembra la ricetta di una torta, ma non lo è, niente paura), in cui ho versato acqua a sufficienza per l'intero trattamento. Anche qui ho misurato la temperatura dell'acqua. 

DSC 4236

Passati i 5 minuti, ho dato un'altra leggera mischiata e ho versato i primi 5 litri d'acqua nel contenitore più grande. Questa operazione viene fatta per mantenere omogeneo il numero di larve nell'intero lotto d'acqua. Ricordo anche che una confezione copre dai 50 ai 100 mq di superficie. Ho poi iniziato a cospargere la soluzione ottenuta con un normale innaffiatoio alla base delle piante mangiucchiate dall'Oziorrinco. 

DSC 4239

Terminata tutta l'acqua, ho rifatto l'intero processo anche con la seconda scatoletta, ottenendo un doppio trattamento di Larvanem alle stesse piante. Ho completato il tutto con una innaffiata corposa a tutte le piante trattate per far scendere bene la soluzione nel terreno. In pratica ho sguinzagliato 100 milioni di nematodi alla caccia delle larve di Oziorrinco!

DSC 4244

Ora non resta che attendere la primavera prossima, quando al comparire delle prime nuove foglioline e allo stabilizzarsi delle temperature sopra i 10 gradi, rifarò il trattamento nuovamente. A quel punto spero di non vedere mai più Oziorrinco in giro e quindi di tornare ad avere foglie non più ridotte in questo stato. 

DSC 4246

NewImage

NewImage

Naturalmente vi terrò aggiornati. 

Pin It

20 commenti:

Anonimo ha detto...

non bastava del semplice verderame?

Momo ha detto...

Anonimo, hahahahahahahahahahahahahahahaha, la battuta è veramente divertente. Il verderamo solitamente l'Oziorrinco lo usa per abbronzarsi.

Anonimo ha detto...

Io tifo per l'ozziorinco, troppo simpatico!

Paolina ha detto...

Ho il tuo stesso annoso problema con questa odiosa bestiola. E' ottobre inoltrato, sono ancora in tempo per la lotta biologica o che tu sappia c'è un limite di temperatura esterna (e quindi di stagione) per farlo? meglio aspettare direttamente la primavera?

Momo ha detto...

Paolina, se dove vivi tu, le temperature sono ancora sopra i 10 gradi per almeno una quindicina di giorni, puoi procedere. Poi ripeterai il trattamento in primavera per dare la botta finale. Qui nel mio giardino, dopo che ho fatto il trattamento ho notato la scomparsa dell'oziorrinco e le foglie recenti quasi intatte, ma aspetto a cantar vittoria. Attendo l'estate per capire esattamente se ho vinto la battaglia o meno.

Anonimo ha detto...

come è andata a finire? l'essere è ricomparso?

Anonimo ha detto...

Ciao, anch'io ho iniziato una guerra contro le larve di oziorrinco. Ci sono possibilità di successo? A te come è andata? Ciao e grazie.,

Momo ha detto...

Anonimi che mi chiedete notizie su come è andata con Larvanem... Non lo so ancora. Ho fatto il secondo trattamento giusto 5 giorni fa e ora non resta che attendere e capire se la mia siepe ma anche gli altri arbusti che ho in giardino, verranno nuovamente rosicchiati. Come sapete, l'Oziorrinco non si fa vedere molto volentieri e qui da me le foglie devono ancora uscire! Scriverò un post a riguardo, quanto prima. Ciao!

Anonimo ha detto...

Sei poi riuscito a sconfiggere l'oziorrinco?

Cristian Olivi ha detto...

ciao! io ho il tuo stesso problema! come è andata ? l'hai sconfitto il bastardo?

Momo ha detto...

Cristian, l'oziorinco ha diminuito la sua presenza ma non è scomparso, purtroppo. Dovrei provare a trattare ancora.

emidio grisostomi ha detto...

come procede lo sterminio del bastardo?

Gianluca Gravina ha detto...

mi accodo alla domanda, come procede con l'ospite inatteso ? hai dato una seconda passta ? risultati ? posso procedere con l'ordine di due tonnellate di larve ? :)

Momo ha detto...

Emidio, Gianluca, non so quanto abbia inciso il trattamento con Larvanem, sta di fatto che l'oziorrinco nella mia siepe è nettamente diminuito. Non è scomparso del tutto e forse dando un'altra passata di larvette darei il colpo di grazia, però io i risultati li ho visti. Certo, non costa due lire questo prodotto, e quindi uno ci pensa bene, prima di rifare trattamenti ogni 6 mesi.

Anonimo ha detto...

Salve a tutti,
una domanda, se trovo delle larve belle grasse dentro una compostiera di quelle conocilindriche da circa 200 litri di cubatura, quanti vermetti ci devo mettere dentro? A me ieri hanno chiesto 33 iuri per una confezione di larvanem. Forse è meglio che svuoto la compostiera, piena a metà e uccido le larve una per una?
Buonasera e grazie
>Giacomo

Anonimo ha detto...

Buongiorno, sono capitato per caso in questo blog in quanto ho l'orto attaccato dagli elateridi del mais (vedi: coleotteri). A chi interessa Koppert mi ha assicurato che il prodotto non è valido solo per l'oziorrinco ma anche per altre tipologie di larve tra cui gli elateridi. A breve mi dovrebbero arrivare le due confezioni di LARVANEM per coprire 225mq di terreno. Il costo ad oggi è di 60,63 spese di spedizione comprese.

giordano ha detto...

pensate che il sottoscritto a circa 10000 metri di uliveto attaccato dell orziorinco a persino attaccato il peduncolo della drupa quanto mi potrebbe costare (il terreno non ha acqua x irrigare grazie

Alessandra Vuga ha detto...

In terrazza e per piccole aiuole il Larvanem è efficacissimo, l'ho provato e usato non solo a casa mia ma anche da amici. Ora lo ripeterò anche quest'anno, purtroppo con le piante nuove dai vivai arriva pure il maledetto (non simpaticissimo!) Oziorrinco... che non fa solo danni estetici d'estate, ragazzi: le sue larve (che se volete potete togliere una per una, buon lavoro! i merli ne vanno matti!) si nutrono delle radici delle vostre piante, che da un giorno all'altro, da verdi, si seccano e muoiono. Le esaminate e... vi restano in mano, completamente prive di radici!!! È questo il danno peggiore, secondo me! Per Giordano, che ha l'uliveto: non hai altro modo per debellarlo, mica puoi avvelenare tutto il tuo terreno e tutto il raccolto, nel tentativo di ammazzare l'odiato coleottero! Per grossi quantitativi, potrai senz'altro contrattare il prezzo con la casa madre olandese, no? E comunque MERITA la spesa! In fondo, costa molto meno di un paio di scarpe di Prada... :-)

fiorenzo sacco ha detto...

io ho distribuito il prodotto circa 10 giorni fa, ma il giorno successivo è piovuto? La pioggia può aver condizionato l'efficacia del prodotto? Purtroppo le foglie del lauro sono mangiate...

fiorenzo sacco ha detto...

mi è scappato un punto interrogativo dopo "piovuto" In realtà è proprio piovuto!

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...