25 giugno 2012

Come scoprire i consumi energetici degli apparecchi casalinghi

Voltcraft Energy logger 4000

Vi starete chiedendo cosa diavolo sia quest'aggeggio qui sopra. E' un misuratore di consumi energetici, colui che stana dalla miriade di apparecchi elettrici collegati all'impianto di casa vostra, qual'è quello che più vi fa consumare. Sono molto tentato nell'acquistarlo, perché ogni volta che arriva la bolletta, subito alzo lo sguardo e punto il muso duro verso il freezer, o il frigorifero o il vetroceramica e mi chiedo: "Maledetto, è colpa tua?". Si perché dopo aver cambiato praticamente tutti i faretti alogeni di casa sostituendoli con quelli LED a bassissimo consumo, non è che abbia visto sti grandi abbassamenti di bolletta. Si, lo so che ora c'è anche una bimba e inevitabilmente i costi salgono (pappe, luci accese, più pulizia, ecc…), però se posso risparmiare in qualche modo cambiando le mie abitudini in casa, lo faccio volentieri. E non venitemi a raccontare che lo standby del TV consuma un casino perché non è vero. Qui si tratta di risparmiare decine e decine di euro ogni bolletta, non 6 euro all'anno.

Per esempio, potrei tornare a lavarmi i denti con lo spazzolino manuale, ma se poi la non perfetta cura dei denti mi porta a spendere migliaia di euro per sistemarli, allora non ne vale la pena. Potrei evitare di cucinare col vetroceramica, ma il gas in casa non l'ho mai voluto e mai lo vorrò. Potrei eliminare un freezer, ma poi dove la tengo la roba congelata? Condizionatori non ne ho, il phon viene usato pochissimo, quindi non resta che la lavatrice, la lavastoviglie, il computer, la TV, il vetroceramica, l'aspirapolvere, solo per nominare gli apparecchi che consumano di più.

Comunque, con questo aggeggio dicono sia un gioco da ragazzi calcolare i consumi di ogni apparecchio facendosi aiutare dal display che oltre a vari dati tecnici, visualizza il costo in euro ripartito in due fasce orarie. Inoltre salva i dati in una schedina SD per 6 mesi ininterrotti e con questi dati, scaricandoli sul computer (solo PC, sgrunt!), si generano dei grafici molto chiarificatori. Guardate questo esempio:

Giornata feriale

L'aggeggio della Voltcraft si chiama Energy Logger 4000 e sembra sia uno dei migliori sul mercato e con un costo relativamente accettabile. Io l'ho trovato su un sito tedesco a 52,95 euro + 11,99 di spedizione.

In Italia l'ho trovato qui e qui ma a prezzi più alti. Qualcuno ha suggerimenti alternativi? Come dite? Tornare a vivere nelle caverne? Può essere un'idea.

Pin It

3 commenti:

Nik ha detto...

Ce ne vuole uno per ogni elettrodomestico?

Momo ha detto...

Nik, diciamo che questo è un sistema di calcolo per singolo apparecchio. Per usarlo al meglio, dovresti collegarlo per esempio al frigo per una settimana e verificare i consumi in quell'arco di tempo. Poi fai la stessa operazione collegandolo all'impianto home del soggiorno e calcoli anche quello. Eccetera. Oppure compri più apparecchi, ma secondo me non ne vale la pena.

Anonimo ha detto...

hai ragione, fanno un gran parlare delle lucine in stand by come se fossero quelle a consumare....ridicolo, il dito va puntato su elettrodomestici che, lavorando, scaldano (sono quelli più energivori)e, cosa a cui non si pensa, verificare le pompe del sistema di riscaldamento - acqua calda ( consumano )verificando possibili ottimizzazioni, ciao Luca

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...