18 settembre 2010

Gli eroi di Grugliasco

Eccomi in quel di Grugliasco. In fila davanti allo Shopping Center Le Gru, ci sono solo i 4 amici di Mestre. La fila si allungherà nel corso della notte. Per ora comunque, ambiente un po' più freddino rispetto all'attesa che c'era stata a Carugate.
Questi ragazzi dovranno passare eroicamente la notte all'addiaccio e domani mattina prepararsi all'attesa che li porterà per primi davanti alle vetrine dell'Applestore. Mi hanno odiato un po' quando gli ho detto che sarei andato a dormire in un albergo qui vicino e che ci si sarebbe visti domattina. Ma erano ancora belli carichi e motivati!
A domani per il racconto dell'inaugurazione. Pin It

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma se Le gru aprono alle nove, e l'app store alle 10...

Vabbè, mi ritego fortunato perchè abito dietro alle gru xDD

momo!! forse sei passato sotto casa mia!! che onore xD

Eremita ha detto...

Ciao Maurizio.

Ti ricordi di me?

Certo che venire a Torino solo per uno store Apple..che spreco...

Anonimo ha detto...

poveretti...

Anonimo ha detto...

"Gusti sono gusti" diceva quello che si puliva il sedere con un mazzo di ortiche.

Quello che forse la maggior parte delle persone che commentano negativamente questi gesti "di passione" non capisce e fa del moralismo da 4 soldi è che, fatta eccezione per pochi fanatici (ci sono anche quelli che si fanno esplodere per una religione), queste occasioni significano soprattutto conoscere nuove persone, vedere amici che non si rivedeva da mesi, incontrare persone conosciute solo online ...

Certo, trovarsi tutti in un rifugio sulle dolomiti a ferragosto sarebbe certamente più suggestivo (ma non per tutti) che un centro commerciale ... Ma se a me fa schifo Vasco Rossi non ritengo degli imbecilli tutti quelli che si ammassano in uno stadio ad ascoltarlo.

LJ ha detto...

Al di là dei commenti sempre poco articolati degli haters (non mi viene un termine migliore in italiano) mi piacerebbe sapere come lo vedi tu, Momo San, tutto questo ambaradan delle folle in coda all'apertura degli Apple Store.

Onestamente, anche io trovo piuttosto ridicola tutta questa eccitazione per l'apertura di un negozio e quella gente, mi scuserai, non riesco a non vederla come una massa di farlocchi con tanto tempo da perdere.

Intendiamoci, io sono un Mac user da tanti anni, e se non avessi mai visto nemmeno in foto un Apple Store forse po' di sana curiosità ce l'avrei anche io. Sarà che di questi negozi Apple, tra Stati Uniti, Giappone e Inghilterra ne ho visti tanti, sarà che visto uno visti tutti (dai, non meniamocela), ma comunque mai e poi mai mi sognerei di farmi chilometri e chilometri e mettermi in fila come un deportato.

La verità è che c'è tanta gente che con la tecnologia ci fa poco o nulla se non godersi l'idea di possederla (sono quelli che bramano con cupidigia l'aggiornamento del sistema operativo, così, perché gli piace di vedere un numerino più alto nel system profiler).

Allora verrebbe da tirare in ballo il senso di appartenenza della comunità Mac, la percezione del brand come emblema di una filosofia prima ancora che di un produttore di tecnologia, e tutte queste pinzallacchere. Qualcuno tira in ballo il fattore sociale, la voglia di conoscere gente e bla bla bla. Mah. Tra culto della personalità di Jobs e processioni religiose e io resto dell'idea che, oggi come oggi, tutta questa gente faccia più male che bene all'immagine di Apple, contribuendo a fissare nelle mente di tutti gli altri che Apple e il Mac sono per i fanatici o per i polli.

Come la vedi tu, in cuor tuo?
Besos

(sto ascoltando la vocina deliziosa di Karen O)

Momo ha detto...

Anonimo, veramente? Ma dove abiti? Non so neppure chi tu sia! :-)

Xaaaadd! Ciao! Eri a Grugliasco pure tu?

Anonimo 2, poveretti a chi scusa? Il poveretto sei tu che non capisci. Ma ti lascio nel tuo bel brodetto sai. Stai lì.

Anonimo 3, grazie per il commento di più larghe vedute rispetto al precedente.

LJ, cercherò di risponderti in un post apposito, ma di primo acchito ti dico che tu semplicemente usi un mac solo come un computer. Io no. La differenza è tutta lì.

LJ ha detto...

Certo che uso il Mac come un computer, e come dovrei usarlo? Come una bambola gonfiabile?
Credo comunque di aver colto la tua frase, anche se non è quello il punto. Io amo il mio (i miei) Mac e tutti i vari annessi e connessi, tra iPhone iPad e iPod in N versioni sin dalla sua prima apparizione. Non si è clienti Apple per anni così per caso, e potrei star qui a declinare tutte le mie ragioni del perché sono un Apple user, tra ragioni pratiche etecniche e ragioni emozionali.

Ciò non toglie, che certi fenomeni di aggregazione sociale, certe messe comandate, mi sembrino far presa su un certo tipo di persone, che io chiamo farlocchi, a voler essere polite. Poi, ad ognuno il suo divertimento. Io sono stato capace di andare dall'altra parte del mondo solo per vedere una mostra, che magari farlocco ci sono pure io.

Anonimo ha detto...

Sono anonimo 1 xDD
Da oggi in poi mi impegnerò a firmarmi Kyrie, cosi almeno sai chi sono xD tra virgolette, ho commentato anche il nuovo post con la foto dello staff all'apertura!! Oggi ti ho visto stavi filmandoci con molta nonchalance mentre eravamo nel serpentone e li mi sono detto "Oddio è il Momo!!".

Cmq io abito proprio dietro le gru dove iniziano i campi, casa mia è proprio in mezzo a un campo xD Mi ha fatto piacere "conoscerti" xDD


Kyrie

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...