07 luglio 2010

Viaggio in Umbria (7)

Qui la prima puntata, la seconda, terza, quarta, quinta e sesta.
Oggi ragazzi, si parte per un trittico di città molte belle e tutte relativamente vicine al Relais dove alloggio.
La prima è Todi, a detta di alcuni, la città più vivibile del mondo. Anche questo centro umbro è arroccato come non mai, su una collina alta 400 metri.
Entrando in città si può tranquillamente affermare che il tempo, dal medioevo ad oggi, si sia fermato. Tra l'altro mi accompagna una splendida giornata di sole caldo e poca gente tra le viette.
E' la prima volta che visito Todi e la trovo abbastanza carina.
Todi, circondata da una triplice cerchia di mura difensive, è famosa per aver dato i natali a Jacopone da Todi e per aver dato rifugio a Garibaldi e sua moglie Anita.
Eccoci davanti al Duomo, in piazza del popolo, che purtroppo era in restauro sia fuori che dentro.
Altro magnifico rosone, dopo quelli di Assisi.
Alcuni particolari del Duomo di Todi.
E' qui che ho fatto la foto che vi ho postato tempo fa.
Uscito da Todi mi dirigo velocemente verso la seconda meta di oggi: Spoleto.
Questa è una città che adoro e che trovo intima e accogliente. Questo centro umbro ha origini antichissime, addirittura risalenti all'età del ferro, protetto da mura maestose ha respinto anche Annibale e il suo esercito. Di Spoleto si ricordano solitamente il Festival dei due mondi e il famoso ponte delle torri, ma c'è altro da vedere.
Qui il teatro romano rimasto quasi intatto.
Questa è Piazza della libertà
Le strette vie del centro.
La bellissima piazza del Duomo, che secondo me è unica al mondo, aperta, ariosa e preceduta da questa rampa in discesa che fa sembrare il tutto più maestoso di quello che è. Poi ha un'esposizione al sole che è micidiale.
Peccato solo per gli immancabili lavori di restauro!
Questa invece è una chiesa romanica che è un capolavoro appartenente al Romanico.
Per vederne la facciata, bisogna entrare in un cortile un pò nascosto.
Cammino ancora in cerca di una trattoria.
Mi accomodo in un locale che non era quello che volevo, ma comunque mangio un buon piatto di Strangozzi alla spoletina fatti in casa.
La fontana con orologio di Piazza del mercato.
Tra questi vicoli sono passati personaggi del calibro di Carducci e Goethe e sono stati girati film con Brigitte Bardot, Marcello Mastroianni, Ugo Tognazzi, Nino Manfredi, Carol Alt, Carlo Verdone, Ornella Muti, solo per citarne alcuni.
Ed eccoci in uno dei luoghi più famosi di Spoleto: il ponte delle torri.
E' il ponte antico in muratura più alto d'Europa con i suoi 80 metri, ed è lungo ben 230 metri. Più che un ponte, è un acquedotto di epoca romana, dello stesso stile di quelli che si possono vedere un pò in tutta italia e soprattutto alle porte di Roma.
Questo scatto è stato fatto dal punto più alto del ponte guardando giù. Paaauuura!!
Una graziosa piazzetta del centro.
Il famoso Arco di Druso, costruito nel 23 D.C.
Uno dei tanti negozi di prodotti tipici locali.
Dopo alcune ore saluto anche Spoleto e faccio rotta verso l'ultima meta di giornata: Spello.
Allontanandomi da Spoleto osservo dalla strada la miriade di piccoli grandi centri urbani tutti arroccati sulle loro belle collinette.
Eccoci a Spello, una delle patrie dell'olio d'oliva e dichiarata da Cesare "Splendidissima Colonia Julia".
Qui i fiori alle finestre la fanno da padrone, non a caso una delle manifestazioni più famose della città si chiama "l'Infiorata".
Il cuore medievale di Spello.
La giornata volge al termine. Visitare tre città in un giorno solo è stata dura, ma alla fine anche oggi gli occhi sono sazi e la mente è piena di bei ricordi.
So che sto protraendo il racconto della mia vacanza in Umbria un po' troppo in là nel tempo, però dovete avere pazienza, non ho molto tempo a disposizione per la preparazione dei posts, che sono comunque lunghi da preparare e laboriosi da impaginare.
Alla prossima puntata!
TPP (due ore e mezza)
Pin It

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Averlo saputo !!!!!!!!!!!!!Stavi a soli 33 km da casa mia !!!!!!!!!!!!!!!Ma alla cascata delle Marmore non ci sei stato?
Ciao Momo
Frittella

Anonimo ha detto...

tranquillo Momo, aspettiamo sempre con piacere i tuoi post "vacanzieri"
e complimenti , oltre per le foto, anche per i testi..
ciao
Massimo (Bassano del grappa)

Moky ha detto...

Le foto sono come sempre bellissime...
Mi hai fatto tornare la voglia di una vacanza in Italia!

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...