05 luglio 2015

Domenica tropicale sulle Dolomiti

DSC 1687

Buonasera gente. Qui sulle lande dolomitiche sta per concludersi una delle domeniche più calde che io ricordi da quando abito qui. La temperatura massima a 1000 metri di quota è stata di 32,5 gradi con un umidità del 44%. Oggi a casa Momo abbiamo fatto tutte attività all’aperto: Potatura di siepi e piante di prima mattina, sfruttando i 22 gradi di inizio giornata. Poi ho iniziato i preparativi per il barbecue del pranzo in famiglia. Finito il pranzo concluso con una freschissima anguria e del buon gelato, ci siamo tutti incostumati per il bagno nella piscina. Finito il bagno, via al gelato della merenda e tintarella annessa. Non posso dire di aver sofferto il caldo perché tutta la giornata è stata super ventilata, come dimostra la nuova coccinella/girandola dell’Avril. 

DSC 1683

Insomma, qui in valle, nonostante il gran caldo che attanaglia tutta Europa, ce la passiamo ancora bene. E voi, come state? Ecco la situazione nuvolosa di oggi intorno all’Italia. 

Schermata 2015 07 05 alle 18 38 12

Pin It

02 luglio 2015

Boia chi molla!

IMG 2559

Momo c’è. Momo non ha mollato la sua creatura. Momo non ha abbandonato Squarciomomo, il blog nato nel novembre del 2005 in un momento storico della mia vita completamente diverso dall’attuale. In questi ultimi 16 mesi ho consapevolmente allontanato queste pagine nere, piano piano, gradatamente, silenziosamente, facendomi scivolare addosso il pesante senso del dovere che fino ad allora mi aveva tenuto legato ai posts quasi quotidiani. Quei posts che in un modo o nell’altro raccontavano la mia vita, le mie emozioni, soprattutto grazie alle mie foto. Ecco, le mie foto. In questo periodo ho abbandonato anche quelle. Prima ho aperto Foto, il programma che gestisce le immagini sul mio iMac. Controllando le date, negli ultimi anni, ero solito fare dai 12.000 ai 18.000 scatti all’anno. Nel 2014 sono arrivato a malapena a 4500. Nel 2015 siamo piantati a 1500 a metà anno. Qualcosa indubbiamente si è interrotto dentro me e in me. Ma questo qualcosa sento che in realtà è sempre rimasto sopito, fortunatamente mai scomparso del tutto. E ora forse è il momento di farlo rifiorire, rinnovato e più forte di prima. Ecco perché conseguentemente anche questo blog tornerà ai fasti di un tempo, anche se con posts meno frequenti. Mi è infatti tornata la voglia di raccontarvi le mie vicissitudini sulle Dolomiti attraverso i miei scatti, anche se non sarà facile ritornare a scrivere. Anche mentre sto digitando queste righe sento che il flusso di parole esce con grande difficoltà, forse arrugginito nei suoi meccanismi. Chissà… Devo concludere questo post assolutamente ringraziando voi, cari lettori. Perché in questi 16 mesi non mi avete mai abbandonato. I fans sulla pagina Facebook non sono mai diminuiti, mentre le visite giornaliere al blog non sono precipitate, considerando che in questo lungo lasso di tempo ho pubblicato 96 posts nel 2014 e 30 nel 2015. Grazie veramente per il vostro grande affetto. Il blog nelle prossime settimane subirà modifiche. Google in questi mesi non ha fatto altro che cazziarmi con alcune mail facendomi capire che queste pagine sono ormai obsolete per il web del giorno d’oggi. Squarciomomo non è responsive ed ha un sacco di problemi da risolvere. Porrò rimedio a tutto, piano piano. Voi statemi vicino. Vi chiedo solo questo. Buona vita a tutti. Ciao!

Pin It

01 giugno 2015

Estate 2015. Vi aspettiamo in trentino!

Buongiorno gente! La stagione estiva sta per cominciare qui sui sentieri dolomitici. E Visit Trentino ha appena pubblicato un video per ricordare a tutti che il 20 giugno riapriranno i rifugi di tutta la regione. Gustatevelo e iniziate a sognare. Le guglie dolomitiche vi aspettano!

Pin It

28 maggio 2015

Davanti alla TV



Cinquanta sfumature di grigio. Voto: 7. Finalmente ho visto questo film. Su prima fila di Sky, spendendo 2,90 euro. Che dire? Beh, il voto che ho dato al film lo avete visto e già probabilmente vi sento gridare all’insulto cinematografico, all’eresia del grande schermo o altro. La realtà è che questo film non è nulla di più e nulla di meno di un buon film drammatico, con al suo interno una storia d’amore travagliata e sofferta da entrambe le parti, girato bene, con una storia credibile e ancora da concludere (arriveranno anche gli altri due film tratti dagli inediti libri). Se per un attimo, togliete i tre libri da cui tutto è partito (l’intera serie di libri ha venduto qualcosa come 100 milioni di copie nel mondo) e tutto l’enorme ammasso di critica che hanno suscitato, ecco se togliete tutto questo e vi mettere a vedere il film seriamente, rimarrete stupiti dal vostro giudizio finale. Vedo e leggo critiche e voti su questo film che sono ridicoli. My Movie gli da 1,68 su una scala da 1 a 5, quando assegna, per esempio, 3 ad “Amazzonia", una pellicola in cui si vede per un’ora e mezza una scimmietta che gira per la giungla. Oppure assegna 2,12 a Piranha 3D, un film che è una cagata pazzesca, un insulto al cinema. Cinquanta sfumature di grigio è un film dignitosissimo, senza effetti speciali che obnubilano lo spettatore, con personaggi ben delineati, con i loro problemi e le loro sfaccettature, una trama che fila via senza problemi, una fotografia più che dignitosa, una colonna sonora molto bella e una regia, quella di Sam Taylor-Johnson, senza sbavature.
Ma forse sapete dove sta il nocciolo della questione: forse e dico forse, moltissimi spettatori sono rimasti delusi dalla mancanza di scene di sesso esplicito. Forse l’insoddisfazione partiva da lì. Io che non me le aspettavo, non ne ho sentito la mancanza. Anzi, ho trovato molto elegante l’esposizione al pubblico di un genere di sesso (quello sadomado) che in pochi conoscono e approvano. O forse, visto il generale snobismo che la massa ha dato ai tre libri, uscire dal coro e apprezzarne il film, era operazione scomoda e di cui vergognarsi. Della serie: i pecoroni. Detto questo, attendo l’arrivo (in tv) degli altri due film. Cinquanta sfumature di nero uscirà nei cinema il 10 febbraio 2017. Pin It

27 aprile 2015

Davanti alla TV

Locandina

Marie Antoniette. Voto: 6. Costumi da urlo in questo film (non a caso è arrivato l’oscar) ma ritmo della narrazione un po’ lento. In questi film io solitamente mi concentro molto sui particolari, sulle ambientazioni, sulle abitudini, come se mi dovessi preparare a vivere a Versaille. Stimola la mia fantasia e la arricchisce. Ecco perché alle volte guardo film che all’apparenza nulla c’entrano col mio gusto. 

Pin It
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...