23 febbraio 2015

5 giorni nella magica Parigi (9)

DSC 0460

Ops, è passato giusto giusto un mese dal mio ultimo post su questo viaggio. Ragazzi, non so come farmi perdonare per questo mega ritardo nel pubblicare le cose, ma tra fare il papà, fare il compagno, fare altri lavori extra che portano comunque guadagni indispensabili, fare i lavori di casa (sia ordinari che straordinari) e anche trovare la voglia di mettersi, lì (ebbene si, anche io qualche volta non c’ho l’estro, si dice da queste parti), il risultato è questo! Perdonatemi!!

Qui la prima puntata, la seconda, terza, quarta, quinta, sesta, settima, ottava

Ci alziamo per la nostra ultima mezza giornata parigina. Con un po’ di tristezza nel cuore, sistemiamo tutta la nostra mercanzia nelle valige, perché quando torneremo in albergo intorno a mezzogiorno, sarà ora di andare subito in aeroporto. Oggi il programma prevede Montmartre e basta. Ci dirigiamo al quartiere a piedi, visto che il tempo ci ha concesso una tregua e non piove. Il cielo è comunque plumbeo. Ecco il Moulin Rouge come si presenta oggi. 

DSC 0448

Arriviamo quasi subito tra le viuzze di Montmartre e sbirciamo dentro ad ogni bottega che ci ispira. 

DSC 0452

DSC 0454

DSC 0449

DSC 0450

DSC 0451

La strada è in salita quasi come quelle della mia valle che ho temporaneamente abbandonato. Di fronte a noi si erge l’ultimo mulino a vento ancora in piedi in tutta Parigi. Serviva per macinare il grano e veniva sfruttato da tutti i parigini.

DSC 0453

Entriamo in una delle panetterie più famose di tutta Parigi: Le Grenier a pain, vincitrice di molti titoli.

DSC 0455

Qui dentro sono assolutamente da provare i croissant e le baguette. 

DSC 0456

DSC 0457

DSC 0458

DSC 0463

Mi ha incuriosito molto una cosa all’interno della panetteria. Davanti alla cassa, rivolta verso il cliente, c’è una macchietta vecchio stile pronta a mangiarsi le monete che si fanno cadere al loro interno. In automatico vengono contate e finiscono in cassa. Un ottimo stratagemma per evitare che le commesse maneggino denaro abbassando il livello di igiene nella distribuzione del pane. 
Dopo alcuni passi, arriviamo in Place des Abbesses, dove è presente una delle più belle uscite del metro parigino e dove c’è anche il famoso muro dei Je t’aime. Eccolo.   

DSC 0468

Si tratta di un’opera in ceramica in cui è scritto la parola Ti amo in tutte le lingue del mondo. 

DSC 0469

DSC 0471

DSC 0472

Vabbè, si può anche non includere nel proprio itinerario parigino. Eccoci nel bronx… No, siamo sempre a Parigi, zona Montmartre. Certo l’ambiente è un po’ diverso dagli sfarzosi palazzi del centro, non credete?

DSC 0476

Ecco la famosa Place du Tertre, conosciuta anche come Piazza degli artisti. 

DSC 0478

Oggi, complice la pioviggine che nel frattempo ha iniziato a bagnare tutto, di artisti ce ne sono ben pochi. 

DSC 0481

DSC 0479

Ancora qualche passo ed eccoci alla basilica del Sacro cuore. 

DSC 0484

La vista di Parigi dalla piazzetta antistante la basilica. 

DSC 0485

DSC 0489

La piccola funicolare che volendo ti evita la scalinata davanti alla Basilica.

DSC 0494

Ai piedi della scalinata, c’è la giostra più antica di tutta Parigi. 

DSC 0500

DSC 0501

Sono gli ultimi scatti in città. E’ tempo di andare all’aeroporto. 

DSC 0503

DSC 0504

Prima di tornare in albergo, passiamo davanti agli innumerevoli locali sexi di Pigalle. 

DSC 0505

E faccio notare alla Moma una strana usanza parigina. Quella per cui dai tombini sgorghi dell’acqua corrente che “lava” i lato strada da mozziconi e piccole cartacce. Il risultato è che spesso nelle vie parigine scorre acqua a go go. 

DSC 0506

Ma eccoci pronti per il ritorno all’ovile. Il nostro aereo è già lì che attende e noi due ci sentiamo un principio di influenza che poi ci durerà parecchie settimane. Ultimo regalo di una vacanza in ogni caso magnifica e indimenticabile. 

IMG 2759

DSC 0507

DSC 0513

L’aereo decolla puntualissimo e ci fa lasciare alle spalle uno degli aspetti meno belli di Parigi: il meteo incerto, con le sue influenze atlantiche fatte di temperature sempre fresche tutto l’anno, piogge improvvise e frequenti, anche se non forti, vento a go go molto spesso. 

DSC 0514

Ed in effetti, nel giro di qualche minuto, riecco il cielo azzurro che così poco abbiamo visto in questi giorni. 

IMG 2761

Si conclude qui il mio fotoracconto di Parigi. Il viaggio, lo ricordo, è stato fatto dall’11 al 15 dicembre 2014 ed è stato magnifico. Oltre alle bellezze della città, ho voluto “farcire” la vacanza parigina con spettacoli, avvenimenti e luoghi che hanno reso questa vacanza veramente indimenticabile. Alla prossima avventura in giro per il mondo!!!

Pin It

Davanti alla TV

Locandina

Saving Mr. Banks. Voto: 7,5. Film toccante, a tratti commovente, ben costruito e con una grande Emma Thompson. Da vedere. 

Pin It

03 febbraio 2015

Davanti alla TV

Locandina

Basic instinct. Voto: 6,5. Nonostante gli anni (questo film ha oltre vent’anni!), riesce sempre ad essere un film interessante. La Stone era veramente notevole, ai tempi. 

Pin It

24 gennaio 2015

Che brividi...

Pin It

Davanti alla TV

Locandina

Rio 2. Voto: 6. Carino. Sono molto belle le scene musicali con balli e ritmi latini. 

Pin It
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...