17 dicembre 2013

Universiadi al Monte Bondone (1)

Eccomi a raccontarvi la mia giornata al Monte Bondone sopra Trento, per le Universiadi 2013 in Trentino. Sono partito di buon’ora da casa, con la mia D90 al seguito. Uscito di casa, mi sono accorto che la notte aveva nevicato un po’. 

DSC 5264

Una spruzzatina leggera, però qualcosa aveva fatto, tanto da rendere le strade infime e pericolose. Arrivo il autostrada e trovo il deserto assoluto. Mi ritrovo a pensare che amo la A22. E’ un’autostrada sempre così tranquilla e rilassante… Raramente mi è capitato di fare code o di trovare incidenti. E poi è totalmente o quasi circondata dalle montagne.

DSC 5265

Dopo circa 20 minuti, vedo spuntare davanti a me il Monte Bondone, quel picco aguzzo con una pista da sci che le fa da collare.

DSC 5273

DSC 5278

Ancora altri 20 minuti e arrivo ai 1300 metri del monte Bondone. Grazie al mio pass parcheggio comodamente vicino ai campi di gara. Ecco una delle tante auto ufficiali delle Universiadi.

DSC 5281

Sono le nove e le piste da sci sono ancora mezze deserte. Questo è il ristoro per la stampa. 

DSC 5282

Mi avvinco ai campi gara. Fa un freddo allucinante e tira anche un certo venticello. E per di più sono all’ombra. 

DSC 5284

DSC 5285

Dal punto di vista logistico sembra tutto pronto, anche questi microfononi pelosi che finalmente riesco a vedere da vicino. 

DSC 5286

La cabina di regia però, non è messa tanto bene. Ecco dove lavorano 4 ragazzi circondati da computer e fili. Aiuto!!

DSC 5287

Postazione speaker e dj. Anche loro non sono proprio al caldo. 

DSC 5288

Oggi sono qui per vedere le gare di Freestile ma noto di fianco alla pista che gli atleti dell’Half-pipe si stanno allenando e danno spettacolo anche se non gareggiano. Mentre attendo l’inizio delle gare, mi avvicino a loro e al loro mondo che non conosco. 

DSC 5291

DSC 5290

La prima cosa che mi sorprende è proprio la pista. E’ un mezzo tubo (half-pipe infatti) fatto di neve congelata ottenuta con acqua e sale. 

DSC 5486

Lungo questo mezzo tubo in discesa, gli snowboardisti fanno evoluzioni e salti spingendosi da una parte all’altra del tubo. Ecco i ragazzi che studiano la pista e salgono a piedi verso la partenza. 

DSC 5308

DSC 5315

DSC 5322

DSC 5316

DSC 5319

DSC 5326

DSC 5329

E mò vi faccio vedere di cosa son capaci!

DSC 5339

DSC 5343

DSC 5344

DSC 5345

DSC 5346

DSC 5348

DSC 5349

DSC 5350

DSC 5351

DSC 5352

DSC 5362

Si, è vero, sembra che ti vengano addosso, ma in realtà non è così. La forza di gravità li racaccia sempre dentro il mezzo tubo. 

DSC 5364

DSC 5371

DSC 5373

DSC 5377

DSC 5386

A domani per la continuazione del racconto!

Pin It

3 commenti:

franchino ha detto...

Grazie Momo!

Lorisphoto ha detto...

Un consiglio, domani , se fai altre foto all'ombra metti il bilanciamento del bianco su Ombra (quello con la casa che ripara il sole) altrimenti le foto ti vengono ancora tutte Bluastre e tira l'esposizione su di 1 stop.
cmq bel lavoro ;)

Momo ha detto...

Franchino, grazie a te!

Lorisphoto, grazie dei consigli, sempre utili. So che con la neve si ottiene questo viraggio tendente all'azzurro, ma per rendere l'idea del freddo, è l'ideale! Nelle foto successive vedrai che le condizioni di luce per le foto erano veramente pessime. Le gare si sono svolte tutte contro sole. Un incubo.

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...