17 novembre 2013

Alla Baita Segantini (1)

DSC 4145

C’era una volta… Ehm, scusate ho appena finito di raccontare l’ennesima fiaba (rigorosamente inventata) alla mia piccola bimba e mi sono confuso, anche se quella che sto per raccontarvi è comunque una storia; la storia della mia escursione sulla prima neve caduta in questa stagione sulle Dolomiti. Ragazzi, venite con me? Si parte!

Sono le 7.30 e sto già percorrendo la statale in Val di Fiemme che porta verso Predazzo.

DSC 3985

Come potete vedere sono avvolto nella nebbia, e questa in montagna è sempre una buona notizia, perché appena poco sopra, è certo che troverò un cielo completamente sereno. Ed in effetti, fatti altri 2 km vedo il cielo azzurro del primo mattino. 

DSC 3987

Mi fermo a comprare focaccia e speck e alzando gli occhi al cielo, vedo lo stupendo Latemar completamente imbiancato. Favoloso!

DSC 3990

Proseguo salendo verso Bellamonte. Chissà a che altitudine inizierò a trovare la neve. 

DSC 3992

Eccomi a Bellamonte. Le strade, se notate, sono leggermente ghiacciate, bisogna quindi guidare con cautela. Le cime della catena del Lagorai alla mia destra sono completamente bianche. Le vedete? Invece qui a 1400 metri, ancora nessun segnale di neve, se non pochissimi accenni. 

DSC 3993

Alla fine del paese, alla mia sinistra, vedo finalmente i primi prati innevati e già al sole. La temperatura viaggia intorno allo zero. 

DSC 3997

Dopo circa 25 minuti dalla partenza, sono sui tornanti del Rolle. Non manca molto all’arrivo e la neve a bordo strada è appena di qualche centimetro. Inizio a sospettare che non troverò delle condizioni buone per le mie foto. Mi occorrerebbero perlomeno 25-30 cm. 

DSC 4002

Al tornante successivo mi trovo davanti il Re del Rolle: il Cimone della Pala. Che magnificenza!

DSC 4003

E alla fine sbuco sulla piana del Passo Rolle. Là in fondo il Gruppo Pale di San Martino, ancora completamente all’ombra e con le punte sferzate dal vento, visto che vedo la neve volare. 

DSC 4005

Proseguo verso il passo e ho l’impressione di esser capitato in un villaggio fantasma. In giro non c’è anima viva. 

DSC 4009

Cerco un posto dove lasciare l’auto, ma non è semplice. Nessun spazzaneve ha ancora provveduto a pulire zone diverse da quella del tratto carreggiabile. 

DSC 4011

Entro con le gomme nella neve e molto l’auto. Esco. L’aria pungente mi entra dal naso di colpo. La temperatura è di poco sotto allo zero. Ho fatto altre escursioni con il freddo. Mi ricordo un -16° proprio qui in zona Pale di San Martino, ma questa è la mia prima escursione invernale e devo ancora abituarmi al freddo. 

DSC 4012

Mi vesto di tutto punto e parto, dritto per dritto, verso la Baita Segantini camminando liberamente nella neve. 

DSC 4013

Il manto bianco si attesta sui 30 cm circa ed è composto da neve farinosa, l’ideale per sciare. Ma qui gli impianti sono ancora ben lontani dall’aprire. 

DSC 4018

Dopo 5 minuti di cammino, mi son già scordato del freddo. Sto procedendo in salita su neve fresca e non so cosa i miei piedi stiano calpestando: erba? Terra? Roccia? Ruscelli? Io procedo spedito, anche perché la neve leggera non crea grande attrito. 

DSC 4019

Dietro di me, già abbondantemente illuminate dal sole, vedo le cime del Colbricon e del Piccolo Colbricon. 

DSC 4006

Questa vetta l’ho “conquistata” proprio l’estate scorsa a luglio, ricordate? La vedevo così:

NewImage

Ora è un po’ diversa! Mette anche un po’ di soggezione come cima. Sembra abbastanza irraggiungibile. 

DSC 4007

Davanti a me vedo invece il Castelaz che sta per essere illuminato dai primi raggi del sole. Sono le 8.40.

DSC 4021

DSC 4024

Le Pale invece, sono quasi infotografabili a quest’ora, perché completamente contro luce. 

DSC 4022

Camminare in salita e in 30 cm di neve fresca inizia a stancare un po’. Per fortuna davanti a me vedo una strada semi battuta che sale verso la Segantini. Dev’essere sicuramente la via che fanno tutti d’estate per arrivare alla Baita. D’altro canto, con la neve non si riconosce più nulla qui. 

DSC 4027

Ora percorro un tratto in discesa. Mi giro e vedo ancora il Colbricon. Ci sono anche i vecchi impianti del Rolle, fermi come automi senza energia in attesa della carica per ripartire. 

DSC 4032

Ecco la strada che percorrerò.

DSC 4037

Sfrutterò volentieri la scia di neve calpestata da un’auto passata da poco. 

DSC 4039

Finalmente mi rendo conto di non essere l’unico umano nel raggio di km. Arriva un’auto che poi scoprirò essere il gestore della Baita Segantini. 

DSC 4045

Ancora pochi minuti e mi sorpassa uno scialpinista. Ne vedrò un bel po’ oggi. D’altro canto con una giornata del genere preceduta 24 ore prima da una nevicata fresca fresca...

DSC 4046

Arrivo al rifugio Capanna Cervino, che è chiuso. La neve fa strane cose sul tetto dell’edificio. 

DSC 4049

Eccomi ad un bivio. Io proseguo in salita, verso la Segantini. 

DSC 4048

Ecco le Pale di fronte a me. Sono favolose così innevate di fresco. Guardate la neve che si alza in quota...

DSC 4050

La mia strada sale ancora. 

DSC 4055

Ecco il rifugio Cervino visto dall’alto. Là in fondo, il Colbricon. Che meraviglia, che pace, che relax. Sono proprio felice di esser venuto qui oggi. 

DSC 4057

DSC 4058

E’ proprio vero che la neve crea paesaggi magici, non trovate?

DSC 4059

Ad un certo punto, stento a credere ai miei occhi. Nella marea più infinita di bianca neve, vedo un mini bruchetto peloso che non sa dove andare. 

DSC 4065

Ragazzo, ne hai di strada da fare prima di trovare un riparo! 
La neve qui è più alta. Ormai sono a quota 2000 circa e penso saremmo a 32 cm di manto nevoso.

DSC 4068

Proseguo per questa bellissima e molto panoramica stradina. Non dovrebbe mancare molto alla Baita. 

DSC 4070

DSC 4072

Il sole scalda bene. Mi sa che oggi diventerò paonazzo, con tutto il riverbero di questa neve. 

DSC 4073

Sembra la superficie di una meringata!

DSC 4074

E questa una montagna di panna fresca!

DSC 4079

Ne volete ancora di immagini nevose? Volete vedere come va a finire la giornata sul Rolle? Allora, a prestissimo qui su Squarciomomo per la seconda parte. 

Pin It

1 commento:

stephanie dupont ha detto...

waouuuuuuuuuuuu che bella questa prima nevicata....le foto sono stupende,anche quelle in controluce,che magia questa natura,un colpo verde,un colpo ricoperta di panna !!!!!!.....continua pure....bella giornata

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...