19 gennaio 2013

Ecco l'inno dei Mondiali di Fiemme di Sci Nordico 2013. E' uno scherzo vero?

Schermata 01 2456312 alle 12 34 42

Nei giorni scorsi, il famoso compositore Goran Bregovic è stato qui a Cavalese per registrare l'inno dei Mondiali di Sci Nordico che inizieranno tra un mese.

Goran Bregovic 4

Ha registrato il pezzo con l'ausilio delle bande della valle e i suoi musicisti. Ora, io di inni ne ho sentiti molti e so che caratteristiche debbano avere, soprattutto quelli per un evento sportivo di tale caratura. Il primo termine che mi viene in mente è "Solenne". Bene, ascoltate una prova ormai definitiva di quello che il "mitico" Bregovic ha composto. ASCOLTA CLICCANDO QUI.

Io sono basito. La musica è "balcanica", ucraina, da popolo dell'est, il cantante sembra kossovaro (con tutto il rispetto per i Kossovari), il testo è assolutamente fuori target: si parla di slalom, quando i Mondiali sono di sci nordico e salto. Ci sono riferimenti vari che possono essere associati ad una festa degli alpini, non ad un Mondiale di sci nordico. Senza contare che vengono citate le Dolomiti ma non si parla mai della Val di Fiemme!!! Ecco il testo: 

C’è un fiore sulle dolomiti
su, su, sulle dolomiti
tu, sei tu questo fiore che amo
andiamo andiamo
c’è una baita sulle dolomiti
su, su, sulle dolomiti
un fuochino accendiamo
andiamo andiamo
oh mia bella, per i monti tu sei fatta
oh mia bella, nella baita polenta e vino
far l’amore fino al mattino.
Com’è bella, com’è bella, com’è bella la montagna
com’è bella la mia compagna su sulla montagna
SLALOM
SLALOM
C’è la neve sulle dolomiti
su, su, sulle dolomiti
c’è la neve neve, scivoliamo
andiamo andiamo
a sciare sulle dolomiti
su, su, sulle dolomiti
nella neve ci tuffiamo
andiamo andiamo
oh mia bella, per i monti tu sei fatta
oh mia bella, nella baita polenta e vino
far l’amore fino al mattino.
Com’è bella com’è bella com’è bella la montagna
com’è bella la mia compagna su sulla montagna
SLALOM
SLALOM
Bella la notte su il trentino
chi lo vuole più a mattino
meglio meglio meglio è sciare
meglio meglio meglio è volare
c’è il miracolo in trentino
un bacio dura fino al mattino…

Sul web è già divampata la polemica, anche perché questo capolavoro è costato ben 84.700 euro!!! A sua discolpa c'è da dire solo una cosa: chissà che brief gli hanno passato, cioè cosa gli hanno detto di fare gli organizzatori dei Mondiali. E chi ci dice che non siano stati loro a volere un inno del genere ritenendolo "simpatico"? In ogni caso, spero si corra ai ripari, perché con questa musica io mi vergognerei.

Pin It

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Più che un inno si potrebbe definire una sigla..
Ma , che tu sappia, è ancora qui in zona? Non sapevo nemmeno fosse qui.

Anonima

Stnd ha detto...

Se accettano questo inno allucinante vuol dire che sono ubriachi prima del tempo... Il mio cane insieme alla tua gatta avrebbero saputo fare di meglio!

Anonimo ha detto...

la grande tradizione musicale della Val di Fiemme con le sue bravissime bande avrebbero sicuramente fatto di meglio. Questo non è un inno per i mondiali ma una canzoncina goliardica. Spero solo che con L'IMU che ho pagato per una piccola proprietà che ho a Tesero non sia stata pagata questa nefandezza che non premia le bellezze della Valle e i valori dello sci nordico. Per riprendermi ascolterò un CD della banda musicale E.Deflorian di Tesero.

livio ha detto...

Ma sono fuori di testa chi ha accettato questa robaccia neanche chi l'ha scritta poveretto.

PINDOL ha detto...

Cagata pazzesca
chi ha permesso sta paiazada andrebbe messo a testa in giù nel wc

Anonimo ha detto...

Una vera ca...ta che e' lo specchio di chi comanda (apposta non dico organizza ..) questi mondiali e le altre manifestazioni in valle dove regna l ' autocelebrazione reciproca dei soliti noti oramai una casta autoeletta e tronfia ambigua e lontana dalla gente e che cura il loro piccolo impero sentendosi intoccabili
Luca

Anonimo ha detto...

ma stiamo scherzando? mi vergogno a nome di tutti i valligiani

Anonimo ha detto...

che vergogna!!!!! "l'era meio se i sonava su el trenino della val de fiemme"che el parlava de val de fiemme almen...e con tutti i cantautori che abbiamo in italia..siamo fiammazi manteniamo la nostra identità...

Anonimo ha detto...

"MAGNA GUADAGNI",QUEL CHE HA ORDINA'STO INNO SEGUR NO LO A NIANCA LETO,MA EL SE é ENTASCA LA PERCENTUALE DAL BOSNIACO . EN DECHE GHE DA MAGNAR GHE I SOLITI,QUA L'ESEMPIO.FA SCHIFO L'INNO E FA'SCHIFO STA MAGNARIA.NA VERA VERGOGNA!!!!!ma DIRIGENTI E ORGANIZZATORI eravà za embriaghi quanche el ve L'ha cantada su??????????????????E POI SI PARLA DI ALCOL TRA I GIOVANI!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

ma dove parla sto inno di val di fiemme e sci nordico,cita un non so bene di "volare"forse intendeva il salto,ma per il resto che pena.Diamo da bere e facciamo lo slalom"tra i lampioni"????che vera vergogna o chi l'ha ordinato non aveva ascoltato le parole od era già ubriaco.

Momo ha detto...

Vedo che gli indignati valligiani aumentano ogni giorno di più. Allora quello che sto per dirvi non migliorerà il vostro umore. Dalle ultime notizie, sembra che questa melodia sia praticamente un riciclo del nostro amico Bregovic, il quale compose un qualcosa di molto molto simile quando nel 1975 faceva ancora parte del gruppo Bijelo Dugme, la band più famosa dell'ex Jugoslavia, fondata proprio da bregovic quando aveva 24 anni. Insomma, non dev'essersi sforzato più di tanto per fare questo inno. Altra notizia che mi giunge: il testo del l'inno è stato scritto da Chiara Zocchi, scrittrice varesotta di 35 anni che ha anche una rubrica su "Grazia". Mah, che dire?

Roberto ha detto...

Quello che indegna di più non è se la canzone di Bregovic piaccia più o meno ma il fatto di vendere a caro prezzo ( € 84700)un lavoro molto simile eseguito dal suo gruppo Bijelo Dugme circa trenta anni fa con titolo " andiamo in montagna". Massimo guadagno con il minimo sforzo. Lo spirito dei mondiali e dello sci nordico richiede lealtà. Non piace sentirsi imbrogliati da un autore che avrà anche qualche merito ma che anche a detta dei suoi conterranei è riuscito a propinarci un ferro vecchio. Vedremo se i bravi cori trentini riusciranno a rimediare.

franchino ha detto...

http://www.nostalgia.it/articolo/lstp/976/

roberto ha detto...

E' tradizione nella Val di Fiemme, in particolare nella foresta dei violini di Paneveggio dare il nome di un grande musicista ad un abete rosso di risonanza.
A Gorab Bregovic offrirei invece un pino o un larice che non ha nulla di "risonanza" ma che può somigliare all'abete in modo che capisca che non è leale propinare un plagio.

Maxi ha detto...

C'è il primo controinno!!!! Evvai Agostino Carollo! e ne aspettiamo altri!

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...