11 settembre 2012

Al Vajolet cercando i migliori scatti (1)

DSC 4266

Sabato scorso si è svolto uno dei photo shooting che Madeinthealps organizza e di cui io sono la guida. La metà, in questo caso, era la valle del Vajolet, nel gruppo del Catinaccio, con arrivo alla base delle torri del Vajolet. I partecipanti, tutti abbastanza giovani e pieni di buone intenzioni, si sono trovati nel piazzale della seggiovia a Pera di Fassa, dove c'era una temperaturina non certo estiva: 8 gradi! Lì, abbiamo preso la navetta e ci siamo diretti al Rifugio Gardeccia, nostro punto di partenza. Abbiamo avuto una fortuna incredibile con il tempo, visto che non c'era una nuvola manco a pagarla! Dopo un veloce breefing teorico e alcuni consigli pratici sulla fotografia in montagna, siamo partiti alla volta delle Torri. Ai miei allievi ho chiesto di darsi un voto da uno a dieci, dal punto di vista tecnico e uno dal punto di vista creativo. Ho così scoperto che solo uno di loro si dava un voto tecnico ben oltre la sufficienza. Gli altri si attestavano dall'uno al cinque. 

DSC 4267

Io non ho fotografato molto, perché ogni tot mi fermavo e davo degli spunti su cosa fotografare e come farlo al meglio. 

DSC 4268

Ecco i partecipanti al lavoro. 

DSC 4269

DSC 4286

DSC 4289

DSC 4294

Abbiamo affrontato molti argomenti, e tutti partecipavano attivamente con le loro reflex al collo. Ecco uno dei nostri primi soggetti.

DSC 4271

DSC 4272

Ho insegnato loro anche l'utilità del polarizzatore per saturare e contrastare meglio i colori. 

DSC 4276

Nel frattempo ci avvicinavamo alle Torri del Vajolet. 

DSC 4278

Ecco il rifugio Preuss, nostra prossima tappa. 

DSC 4280

E sulla nostra sinistra, ecco il Catinaccio d'Antermoia, con la sua inconfondibile macchia nera. 

DSC 4283

DSC 4282

Altri scatti fatti in libertà, mentre i partecipanti scorrazzavano liberamente nei dintorni. 

DSC 4285

DSC 4288

DSC 4293

DSC 4296

DSC 4298

DSC 4301

Con questa bellissima giornata, non potevamo essere soli in questo paradiso. 

DSC 4303

Le torri iniziano a delinearsi in tutto il loro splendore. Ma da qui non si può ancora capire cosa ci aspetta là sopra. 

DSC 4304

Arrivati al rifugio Preuss a 2243 metri d'altezza, sappiamo che ora ci attende la parte più impegnativa del percorso. Si tratterà di salire questo canalone ai piedi delle torri che in molti punti è attrezzato con corde metalliche, ma che non presenta proprio nulla di pericoloso. 

DSC 4307

In men che non si dica, siamo a metà salita e il Preuss e il Vajolet, i due rifugi che abbiamo appena passato, sono là in fondo piccoli, piccoli. 

DSC 4310

A tra non molto per il finale del fotoracconto!

Fotografia e trekking fotografici: Partecipa ai miei weekend fotografici

Pin It

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ammazza che scatti, mi abbagliano la vista. Complimenti, poi houna particolare ammirazione pe le mucche, mi danno un senso di liberta e pace. Bravo.
Fabio Venezia

Anonimo ha detto...

Sarebbe interessante vedere una piccola raccolta degli scatti dei tuoi allievi..

Anonima

Lauren ha detto...

Scatti che tolgono il fiato..Se avessi qualche anno di meno mi sarebbe piaciuto imparare almeno un pochino di più...Mi accontento di quello che mi da la mia Canon da 300 euro..;-(.Bravo bravo ...

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...