12 gennaio 2009

Nostalgia della magia di Alegria

No, non è un gioco di parole... Nel febbraio 2006 sono stato a Milano di fianco al Forum di Assago, in un immenso campo era installato un tendone da circo che definire tale è riduttivo: era bianco, pulito, nuovo, con le guglie e le bandiere lunghe, con le luci e i pinnacoli. E lì sotto stavo per assistere al più bel spettacolo dal vivo che io abbia mai visto. Alegrìa, del Cirque du Soleil non posso definirlo semplicemente uno spettacolo circense. Dalle foto e dai video che vi metto in questo post forse potrete capire minimamente cosa era possibile vedere. Il circo stesso innanzitutto: lampade antiche al posto delle luci, atmosfere letteralmente magiche fatte con sapienti giochi di luce, i piloni del tendone in stile anni 30, colori brillanti e vecchi allo stesso tempo, uno spettacolo che inizia senza che il pubblico se ne accorga. Clowns seriosi girano tra le fila e ti guardano, arrivano con le loro valigione, sono tanti, sono grossi e vestiti in modo spettacolare, portano strani bastoni tra le mani e lentamente camminano e si radunano al centro. L'orchestra ha già iniziato a suonare dal vivo e lo farà per tutto lo spettacolo. Musiche da pelle d'oca, non da circo. Musiche d'altri tempi, come le "creature" che usciranno da dietro le quinte. Non posso definirli acrobati o saltimbanchi. Avevano sembianze, movimenti, costumi e modi di fare da creature non umane. Anche a loro mancherà la parola e così sarà per tutto lo spettacolo, nessuno mai annuncerà nulla o saluterà alla fine. Straordinaria esecuzione di artisti provenienti da tutto il mondo durata oltre due ore. La straordinaria donnina (Malika Alaoui Ismaili) che canta tutta la colonna sonora di Alegrìa, compreso il famosissimo pezzo che da il nome allo spettacolo.
Quando sono uscito ero inebetito come mai più mi è capitato. E a riguardare queste immagini, a riascoltare quella musica mi prende una nostalgia incredibile. Alegrìa è ancora in programmazione in giro per il mondo, per esempio dopodomani sarà possibile vederlo a Taipei in Taiwan e poi a Dubai e ancora nel nord America (prezzi dai 110 ai 45 dollari) ma è inutile che vi informiate anche se passate da quelle parti, è tutto esaurito da settimane.
Ecco qualche minuto dello spettacolo.



Particolari imperdibili


La colonna sonora cantata al Festival di Montreal.

Alegría
Come un lampo di vita
Alegría
Come un pazzo gridar
Alegría
Del delittuoso grido
Bella ruggente pena, seren
Come la rabbia di amar
Alegría
Come un assalto di gioia


La pianta del mega tendone.Alcune immagini prese dietro le quinte.Cirque du Soleil è creatore di diversi spettacoli, tutti bellissimi e molto creativi:

Pin It

4 commenti:

Zion ha detto...

mozzafiato. non lo sapevo che il circo potesse emozionare.

Anonimo ha detto...

Non posso che confermare! Dal vivo è uno spettacolo incredibile.

Carmine Volpe ha detto...

grab belle immagini, complimenti, mi sono permesso di linkare un mio post al tuo delle immagini della valle di funes in inverno, spero non ti dispiaccia

Momo ha detto...

Zion, non puoi capire. Il Circo Orfei è lontano anni luce.

Carmine, ciao! Non mi dispiace affatto, anzi mi inorgoglisce. Correggi però il link che punta ad una pagina che non esiste. Questo è l'indirizzo giusto:
http://fotomomo.blogspot.com/2008/01/le-odle-dinverno.html

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...