31 maggio 2014

Come sbiancare le fughe delle piastrelle

Casalinghe di tutto il globo, drizzate le antenne. Ho finalmente trovato il modo di sbiancare efficacemente le fughe delle piastrelle dei pavimenti. In passato avevo provato con candeggina, sgrassatore, e altri prodotti ma nulla. L’altro giorno invece, un amica mi ha consigliato una formula vincente che ho già testato di persona e che posso dire sia veramente efficace. Andiamo a scoprire di che si tratta. 
Versare in una bacinella questi ingredienti:

• 7 tazze d'acqua
• Mezza tazza di bicarbonato di sodio
• Un terzo di tazza di succo di limone
• Un quarto di tazza di aceto bianco

A questo punto mescolate la soluzione e mettetela in uno spruzzino. Procuratevi dei guanti in lattice, uno spazzolino e uno straccio. Io ho eseguito il lavoro sulle fughe del pavimento della cucina, che dopo 12 anni dalla posa, erano diventate molto scure. Eccole prima del trattamento. 

DSC 8144

Ed eccole dopo il trattamento.

DSC 8145

Spruzzate una bella dose di soluzione e lasciatela agire sulle fughe per almeno un minuto. Indossate i guanti (attenzione perché il bicarbonato irrita la pelle) e iniziate a strofinare energicamente con uno spazzolino simile a questo. 

DSC 8146

Vi accorgerete dell’efficacia della soluzione perché l’acqua diventerà nera. Ecco una zona appena trattata. 

DSC 8148

DSC 8149

Dopo aver strofinato in tutte le direzioni, con lo straccio imbevuto d’acqua sciacquate la parte di pavimento. Nel lavandino dove sciacquavo il mio straccio l’acqua diventava così.

DSC 8155

E contate che avevo lavato il pavimento in precedenza. 
Piccolo consiglio: potrà succedere che per colpa del bicarbonato lo spruzzino si intasi e non spruzzi più. Potete allora proseguire a stendere la soluzione con lo spazzolino, imbevendolo nella bacinella e lasciando agire almeno un minuto.

DSC 8153

Qui potete vedere la differenza tra una zona non trattata e il resto delle fughe già trattate. 

DSC 8150

Beh, alla fine ecco il risultato. Le fughe son tornate grigio chiaro, come erano il giorno della posatura. 

DSC 8152

E con questo consiglio casalingo vi saluto e vi auguro un buon week end!

Pin It

6 commenti:

Anonimo ha detto...

bè stavolta devo proprio dire che hai scoperto l'acqua calda!!! tutti e tre i prodotti che hai inserito sgrassano e il bicarbonato "addolcisce" l'acqua eliminando il calcare, sono una maniaca delle fughe e ti assicuro che qualsiasi cosa tu avessi messo nell'acqua avrebbe funzionato in quanto il grosso del lavoro in questo caso viene fatto dallo spazzolino e dall'operatore. Io mi sono meccanizzata e ho messo lo spazzolino su uno spruzzatore di vapore e ti assicuro che il risultato è uguale e la fatica minore primo il vapore scioglie anni di grasso e secondo anche perché anch'io lo faccio fare a mio marito! ciao

Anonimo ha detto...

sono anonima solo perché non sono riuscita a pubblicare in altro modo, ciao Maria Rosa

ha detto...

Ciao Maurizio,
solo la tua santa pazienza poteva farti fare una cosa del genere!
Ho provato anch'io stamattina, devo dire che funziona, ma ci vuole un olio di gomito impressionante!
Io fatto solo qualche fuga, impossibile farle tutte!!
A meno che, come dice Maria Rosa usi il marito!!!
Forse , il metodo più facile sarebbe imbibire bene le fughe col tuo preparato eppoi usare il vapore con l'apposito strumentino per le fughe.
Troppa fatica!
Ho dato forfait!
Comunque la ricetta dell'intruglio la tengo!!!
Ciao e saluti a tutti!!!

Momo ha detto...

Mariarosa, non penso di aver scoperto l'acqua calda, nel senso che io veramente non conoscevo questo intruglio nè le proprietà del Bicarbonato (beata ignoranza). E quindi ho voluto provare. :-)

Ciao Laura! Brava che ti sei messa a provare. Probabilmente con l'aiuto del vapore (io non posso provare perchè non ne ho la possibilità) faresti prima. Ci sentiamo presto, perchè ho una cosa da proporti! Ciao

Anonimo ha detto...

scusa la mia poteva sembrare una critica tanto per dire, ma purtroppo intendevo dire che praticamente solo "l'olio di gomito" pulisce le fughe, qualsiasi cosa tu aggiunga (e tu hai messo le tre migliori) fa solo che bene.
Nella mia ricetta originale poi è scritto che l'olio di gomito deve essere assolutamente quello del marito!
Scusa ancora e malediciamo il periodo in cui erano di moda le "fughe larghe" (che si sporcano ancora di più delle piccole) e ricordiamo che lo spazzolino toglie anche un po' di colla/cemento che costituisce la fuga quindi alla lunga se il marito insiste troppo potrebbe fare anche dei danni.
Scusa e ciao - Maria Rosa

Carla ha detto...

Ciao Momo, oggi ho provato il detergente casalingo che ci hai insegnato e sono rimasta soddisfatta. Ho iniziato provando con le piastrelle sopra ai fornelli e al lavello, che, sebbene le pulisca spesso con lo sgrassatore perche' cucinando l'unto si forma, non mi son mai venute cosi' pulite. Io non ho utilizzato come te lo spruzzino, ma nell'acqua preparata bagnavo lo spazzolino con il manico che tante usano anche per lavare i piatti, che ha le setole più lunghe e dure, e si sà che per i lavori di casa l'olio di gomito è necessario, lo passavo sulle fughe e non ho mai visto colare l'acqua cosi' sporca. Le ho ripassate con lo straccio bagnato e sono venute benissimo. Ti dirò di piu'... Ho preparato un'altra baccinella con la stessa soluzione, e usando lo straccio bagnato ho pulito sopra agli armadietti di cucina, dove la polvere e l'unto di posano volentieri, e senza fatica lo sporco si è tolto velocemente. Ho già consigliato il tutto a mia figlia, cosi' usando prodotti naturali che abbiamo tutti in casa...non inquiniamo neppure l'ambiente...e questo non è poco!

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...