13 agosto 2013

In vetta allo Sciliar (3)

Qui la prima parte e qui la seconda. 

Avrei una certa fame, visto che sono le 13.30, ma la mia fatica odierna non è ancora terminata. E visto che voglio fare le cose per bene, salgo subito verso Cima Pez, distante pochi minuti dal Rifugio Bolzano. Si può vedere bene anche dai tavoli del rifugio. E' quella puntina bianca al centro della foto. 

DSC 9698

Durante il cammino, tra le pietre a 2500 metri, trovo la regina dei prati: la stella alpina. E' presente in numerosi esemplari. 

DSC 9707

Vedo la croce di vetta. 

DSC 9708

DSC 9709

In circa 15 minuti arrivo alla cima Pez. 2563 metri. 

DSC 9712

Anche qui c'è un piccolo complessino che suona per gli escursionisti. Eccovi uno dei brani suonati, mentre ammiro il panorama a 360° che si vede dalla cima. 

 

Mi guardo in giro per scorgere ogni particolare. 

DSC 9716

Ecco là in fondo, il Sassolungo. Ai suoi piedi, tutta l'Alpe di Siusi. 

DSC 9718

Il Sassolungo in primo piano.

DSC 9727

Il Catinaccio e le Torri del Vajolet. 

DSC 9726

Le lontane Odle. 

DSC 9728

Ora ho veramente molta fame. Decido di scendere leggermente e cercare un posticino nei prati qui vicino. Scelgo questo angoletto solitario e morbido. 

DSC 9734

Tolgo gli scarponi...

DSC 9735

Mi cambio la maglia...

DSC 9736

E mi preparo il mio bel panino con Speck. 

DSC 9737

La vista davanti a me è questa. Laggiù c'è il Latemar, anch'esso annuvolato. 

DSC 9738

Alla mia sinistra vedo il Catinaccio e il rifugio Bolzano.  

DSC 9739

Due particolari del Catinaccio e delle Torri del Vajolet. 

DSC 9740

DSC 9741

Mega panoramicone ingrandibile ripreso dalla zona del Rifugio Bolzano. (15 scatti uniti)

Schermata 2013 08 13 alle 11 41 47

E' ora di muoversi e di tornare a casa. Ripasso per il rifugio Bolzano. 

Schermata 2013 08 13 alle 11 45 37

DSC 9765

DSC 9766

DSC 9767

DSC 9770

DSC 9775

DSC 9787

DSC 9792

Un deltaplano ci passa sopra le teste. 

DSC 9797

DSC 9799

Finalmente il Sassolungo si libera completamente dalle sue nuvole. 

DSC 9800

I Denti di Terra Rossa. 

DSC 9805

DSC 9806

 I cavalli incontrati all'andata. 

DSC 9817

C'è pure il cavallo di Pippi Calzelunghe.

Schermata 2013 08 13 alle 11 57 10

Turisti si rinfrescano vicino ad una cascata. 

DSC 9830

Questa è la Campanula Barbata. 

DSC 9831

Notevole eh?

Schermata 2013 08 13 alle 12 00 26

DSC 9833

Rieccomi tra le colline dell'Alpe. Ora mi attende un tratto in salita. 

DSC 9835

Ma è una passeggiata di salute. 

DSC 9836

Come volevasi dimostrare, lo Sciliar al pomeriggio è tutto in ombra. Ricordatevelo se venite qui in escursione. 

DSC 9837

In ogni angolo ci sono spunti fotografici. 

DSC 9841

DSC 9844

DSC 9846

DSC 9851

DSC 9850

DSC 9854

Nuvola di Fantozzi sopra il Sassolungo. 

DSC 9862

Rieccomi al punto in cui dovrò scendere in seggiovia. 

DSC 9870

Wow, c'è qualcuno che fa volare alianti teleguidati!

DSC 9868

Anzi, c'è un raduno vero e proprio in quota. 

DSC 9872

DSC 9873

DSC 9874

Rieccomi in seggiovia. 

DSC 9875

Dopo un po' mi accorgo che scendere con la seggiovia non è assolutamente come salire. Nel senso che si percepisce un'altezza molto molto maggiore. Io non soffro di vertigini, ma ammetto che in vari punti mi sudavano le mani. Ma guardate cosa fa questa mucca pur di brucare quello che desidera. 

DSC 9881

I tipici tetti della zona. 

DSC 9883

DSC 9882

Scendo dalla seggiovia e mi incammino verso la cabinovia passeggiando tra i masi. 

DSC 9885

DSC 9886

Eccomi nuovamente a Compatsch, Compaccio in italiano. 1850 metri. Laggiù, il Sassolungo. 

DSC 9887

Confermo che il parcheggio qui non è proprio economico. 

DSC 9889

Eccomi nuovamente all'Hotel che mi aveva colpito all'andata. Si tratta del Hotel Urthaler, 5 stelle facente parte della catena Small luxury Hotel of the world. Questo il loro sito. 

DSC 9890

L'albergo si vanta del fatto che è costruito interamente in legno, vetro e pietra senza uso di prodotti chimici di nessun tipo. Anche le radiazioni di qualsiasi tipo sono ridotte al minimo. Ecco perché non troverete le chiavi delle stanze con apertura elettronica. Pure il legno impiegato per costruire le camere, è stato tagliato in specifiche fasi lunari.

DSC 9902

DSC 9892

DSC 9893

DSC 9895

L'albergo ha lo Sciliar alla sua destra e il Sassolungo alla sua sinistra. Con la luce del pomeriggio, si apprezza molto di più il secondo del primo. 

DSC 9898

Panoramica sul bellissimo gruppo dolomitico. 

Schermata 2013 08 13 alle 12 19 56

E' questa l'ultima immagine che mi conservo di questa bellissima escursione, in cui mi sono riempito gli occhi dei verdi e magnifici pascoli dell'Alpe di Siusi. 

Dati tecnici: 
Partenza escursione alle 10.40. 
Temp.: 21° 
Sentieri percorsi: n. 4, 5 + Seggiovia e cabinovia
Partenza a 1850 mt. 
Altezza massima raggiunta: 2563 mt. 
Dislivello: 713 
Km. percorsi: 14 circa 
Tempo impiegato: 6,5 ore

 

 
Pin It

Nessun commento:

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...