10 aprile 2013

I primi colori in giardino

Primo post con il nuovo iMac 27".
 DSC 7335

Da sempre, sono loro i primi a sfidare i freddi e le nevi tardive in giardino: i crocchi. Spuntano prima le sottili foglioline, che forzano il terreno ancora ghiacciato. Poi arrivano gli splendidi ma tossici fiori colorati, soprattutto bianchi e viola. 

DSC 7331

DSC 7334

DSC 7332

DSC 7342

La fioritura dei crocchi non dura molto, quindici giorni massimo, poi sfiorisce. Anche prima se ci piove sopra. 

DSC 7345

Anche loro tra le prime fioriture, ecco le eriche. Queste sono nate naturalmente e non prese in vivaio. 

DSC 7339

DSC 7343

Ultime in ordine di apparizione per questo periodo, le Pulsantille, che però sono appena appena sbocciate. 

DSC 7338

Devono ancora svilupparsi, le ragazze. Presto arriveranno i tulipani e le prime foglioline sugli alberi. Eh, lo so, siamo indietro rispetto al ritmo cittadino o comunque collinare. Pensate che in quota ci sono ancora metrate e metrate di neve. Un accumulo come non se ne vedeva da anni. Le povere marmotte dovranno attendere ancora a lungo prima di crogiolarsi al sole della primavera. 

Pin It

3 commenti:

Anonimo ha detto...

come al solito splendide foto! Spiega dei Crocus tossici, non lo sapevo. Saluti Zdravo

Momo ha detto...

Zdravo, ad essere più precisi riguardo la velenosità di questi fiori, sono i colchici autunnali ad essere estremamente velenosi, in quanto contengono la Colchicina, un alcaloide potente. Leggi info su wikipedia.

Anonimo ha detto...

Esatto! Volevo solamente punzecchiarti...vai tu a spiegare ai produttori di zafferano che il C. sativus è velenoso! :-) saluti Zdravo

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...