03 agosto 2012

Curiosity e gli altri amici marziani

Mars Valles Marineris

Tra poco meno di 3 giorni, finirà un lunghissimo viaggio iniziato alla fine di novembre 2011. Più di sette mesi in viaggio. Ma ci pensate? Chi ha fatto questo viaggio? Il nuovo Rover della Nasa che è stato chiamato Curiosity. Anche lui come i suoi predecessori andrà ad esplorare il pianeta rosso: Marte. Marte è il pianeta del sistema solare che più degli altri si avvicina alle caratteristiche della terra: è grande la metà del nostro pianeta, e le sue temperature superficiali variano dai 20 gradi ai -140 gradi. L'atmosfera marziana si compone principalmente di anidride carbonica (95%), azoto (2,7%), argon (1,6%), vapore acqueo, ossigeno e monossido di carbonio. Durante l'inverno l'abbassamento della temperatura provoca il condensamento del 25-30% dell'atmosfera che forma spessi strati di ghiaccio d'acqua o di anidride carbonica solida (ghiaccio secco). Con l'estate il ghiaccio sublima causando grandi sbalzi di pressione e conseguenti tempeste con venti che raggiungono i 400 km/h. Questi fenomeni stagionali trasportano grandi quantità di polveri e vapore d'acqua che generano grandi cirri. Su Marte esistono crateri in gran quantità e anche una montagna, il Monte Olimpo, alta 27 km!!! 
Ma torniamo al nostro lungo viaggio. Curiosity arriverà su Marte il 6 agosto 2012 e inizierà a lavorare sulla sua superficie raccogliendo prove sulla capacità di sostenere la vita sul pianeta. Curiosity ha avuto predecessori illustri che hanno stupito anche gli scienziati più scettici. 

SOJOURNER

Marspathrov

E' stato il primo rover impiegato nell'esplorazione di Marte. Il suo costo fu di 25 milioni di dollari. Atterrò sul pianeta rosso il 4 luglio 1997 e il 27 settembre dello stesso anno interruppe le sue trasmissioni inviando 550 immagini sulla terra, percorrendo circa 104 metri e allontanandosi dal lander con cui era atterrato, di soli 12 metri. Sojourner era piccolo: con sei ruote dentellate, era lungo 65 cm e largo 48, con un'altezza di 30 cm per 10,6 kg di peso. Viaggiava alla straordinaria velocità di 1 cm al secondo. La missione di Sojourner era quella di sondare i luoghi dove sarebbero atterrati i successivi e più potenti rover Nasa. Ora è ancora sulla superficie di Marte, in attesa che un giorno qualcuno lo recuperi, magari per finire dentro una bacheca in un museo. 

80839 full

SPIRIT

NASA Mars Rover

Con Spirit la Nasa fa enormi passi avanti dal punto di vista tecnologico. Giunto su Marte il 3 gennaio 2004, Spirit doveva rimanere operativo per almeno 90 giorni. Ha resistito fino al 22 marzo 2010 quando si sono persi i contatti, "lavorando" per ben 6 anni, percorrendo oltre 7000 metri e inviando migliaia di immagini a terra. Ad un certo punto, dopo essersi incastrato in un cratere, ha smesso di comunicare con la Nasa. 

Five years on mars 4 10240768
 
Il guscio che l'ha portato fino sulla superficie di Marte. 
 
PIA05117 Spirit rover lander
 
Le impronte lasciate da Spirit sul suolo marziano. 
 
Spirit rover tracks
 
OPPORTUNITY
 
Opportunity record
 
E' il rover gemello di Spirit ed è stato spedito dalla Nasa dall'altra parte del pianeta, rispetto al luogo di atterraggio di Spirit. E' arrivato su Marte solo 3 settimane dopo Spirit e a differenza del gemello, ancora oggi è lì che vaga tra le rosse dune del pianeta. Opportunity ha stabilito il record di longevità e in oltre sette anni di missione, ha percorso 33 km. 
 
511920main PIA05460 full
 
2004roverbig
 
ma preto Opportunity si sentirà un po' meno solo. Come dicevo inizialmente, Curiosity arriverà su Marte tra 3 giorni. Vediamo com'è fatto. 
 
CURIOSITY
 
S m01 574110ma
 
Questo super rover è tre volte più pesante e due volte più largo di Spirit e Opportunity e trasporta strumenti scientifici più avanzati rispetto a quelli di qualunque altra missione sul pianeta rosso, forniti dalla comunità internazionale. E' lungo 3 metri e pesa circa 900 kg muovendosi alla velocità di 90 metri all'ora. Si presume che Curiosity svolga la sua missione per almeno due anni. Ecco alcune immagini della preparazione e del lancio di Curiosity, avvenuto il 26 novembre 2011. 
 
S m10 PIA14131
 
S m11 04047372
 
S m09 PIA13809
 
S m15 011 6699
 
S m12 PIA13806
 
Ecco il guscio che conterrà Curiosity durante il viaggio. 
 
S m16 011 5878
 
S m17 011 4882
 
Curiosity viene ingabbiato nel guscio
 
S m18 011 7088
 
S m19 011 7095
 
Non il viaggio più comodo del mondo, direi. 
 
S m22 011 7344
 
S m21 011 7318
 
E questo è il coperchio del guscio. 
 
S m23 594250ma
 
S m24 011 7358
 
Curiosity è salito nello spazio con un razzo vettore. 
 
S m26 011 7530
 
S m27 011 7641
 
S m28 011 7658
 
S m29 011 6997
 
S m30 011 7829
 
S m32 26127781
 
E ora non rimane che attendere il 6 agosto per capire se tutto filerà liscio. Soprattutto l'atterraggio, la fase più delicata della missione. 
 
S m36 49718599
 
In questa immagine vediamo Sojourner, Spirit e Curiosity a confronto. 
 
PIA15277 3rovers hi D2011 1215 D511 br2
 
Buona fortuna Curiosity!
Pin It

Nessun commento:

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...