21 maggio 2012

La Fiera del Bimbo 2012

DSC 0209

Ieri giornata dedicata al mestiere di genitore. Sono andato a Bimbinfiera, l'esposizione dedicata ai prodotti e servizi per i bimbi. La Fiera è organizzata da RCS Mediagroup ed è itinerante. Le prossime tappe saranno Milano, Bari e Roma. Qui per tutte le info.

Ero stato anche alla scorsa edizione, prima che Avril nascesse e non ho voluto mancare neppure quest'anno. Sono tornato a casa con così tante cose utili e gadgets che, devo dire, il prezzo del biglietto (già scontato grazie ai buoni recuperati in farmacia e negozi specializzati) è stato completamente ripagato. Ecco l'esterno della Fiera di Bolzano. Non è molto grande, però c'è tutto quel che serve. 

DSC 0197

DSC 0196

All'ingresso, un enorme faccione attendeva genitori e bimbi al seguito. 

DSC 0199

Già da fuori si potevano apprezzare i vari giochi collocati nella parte esterna della fiera. 

DSC 0200

Ecco lo spazio ricreativo della Chicco. 

DSC 0211

Lo stand della Mam, marca che ho adottato sin dall'inizio della mia avventura di papà. Ne parlavo qui e qui.

DSC 0214

La saletta dove si tenevano i corsi Mam rivolti ai neo genitori. Molto interessante. 

DSC 0225

I fantastici prodotti Noukie's. Anche di questi avevo già parlato. Ma quest'anno sono nati nuovi personaggi riconoscibili dai colori rosa spento e azzurro carta da zucchero. Sono Victor e Lucien, rispettivamente un cavallo e un drago.

Schermata 05 2456069 alle 11 03 41

Schermata 05 2456069 alle 11 03 24

Inutile dire che son bellissimi e morbissimi. 

DSC 0216

DSC 0215

DSC 0217

Ecco invece il palchetto con gli spettacolini dei burattini Bauli. Un successone tra i bambini!

DSC 0218

Lo spazio ludico di Chicco per i più piccoli con la possibilità di provare tutti i giochi fatti apposta per loro. Si potevano anche acquistare con una buona percentuale di sconto. 

DSC 0219

Una delle carrozzine più glamour dell'intera fiera. E' della Cam ed è tutta glitterata di strass. 

DSC 0220

Il mitico Bimbi. 

DSC 0223

C'era anche la Felicetti, noto pastificio della Val di Fiemme, che omaggiava i genitori con una pasta appositamente pensata per i più piccoli. 

DSC 0224

Spazio anche alla golosità.

DSC 0221

Le Haribò alla frutta non le avevo mai viste!

DSC 0222

Ed ecco quello che ho portato a casa. Il sacchetto di benvenuto in fiera includeva un libro Chicco molto bello, una confezione di Napisan una di salviettine Huggies e un libricino con nozioni e suggerimenti.

DSC 0232

Riviste omaggio a chi lasciava nominativi per ricevere campioni omaggio a casa. In regalo anche un mouse pad porta foto. 

DSC 0230

Nello spazio Hipp, ottima azienda tedesca che fa prodotti eccezionali e che consiglio vivamente, era possibile far pranzare il proprio piccolo con i prodotti offerti da loro. Alla fine, potevi prendere anche altri prodotti da portarti a casa. 

DSC 0231

Allo stand dell'AIO, Associazione Italiana Odontoiatri, mi hanno caricato di cose, compreso un bel metro da muro della Disney. 

DSC 0227

L'area fasciatoi era sponsorizzata Huggies. Se avevi bisogno di cambiare il pargoletto, bastava entrare e servirsi di tutti i pannolini che volevi. Alla fine, i pannolini da piscina in omaggio. 

DSC 0229

Altri omaggi: una confezione di pasta Felicetti per bimbi, un biberon Step Up Chicco, un software per creare il proprio album fotografico e farlo poi stampare sul web (ma io ho già il mio iPhoto su Mac).

DSC 0233

Ho fatto anche alcuni piccoli acquisti. Un biberon pensato apposta per iniziare a far bere la piccola Avril. Lei morsica lo speciale beccuccio e l'acqua scende nella misura in cui viene premuto il beccuccio stesso che tra l'altro è anti-goccia. 

DSC 0234

Piccoli giochini per la sabbia. 

DSC 0226

 Completino Chicco regalato dalla nonna. 

DSC 0235

 Arrivederci alla prossima edizione!

Pin It

6 commenti:

Manuela ha detto...

Io questa fiera la evito come la peste, dopo esserci stata l'anno scorso... A mio parere è la classica manifestazione organizzata per indurre i genitori a consumare cose totalmente inutili, ma che ti fanno sembrare assolutamente indispensabili.
E tutta quella porcheria chimica che c'è nei prodotti che promuovono, no grazie, ho responsabilità verso i miei figli. Se qualcuno si prendesse la briga di leggere l'INCI di questi prodotti, sono sicura che nessuno li utilizzerebbe più per i propri figli.

Momo ha detto...

Manuela, in una parola sola: esagerata!

Manuela ha detto...

Sicuramente per la media delle persone sono esagerata, lo so...
Ma almeno un dubbio fattelo venire, santo cielo!

Momo ha detto...

Manuela, hehe il tuo "Santo cielo" alla fine del commento mi ha fatto sorridere... Detto questo, io i dubbi me li faccio venire eccome, però dai, non si può vivere con tutte queste ansie, altrimenti non ci nutriamo più e siamo a posto. Gli eccessi non sono mai utili, da qualsiasi parte tirino. Io non penso di avewr comprato nulla di totalmente inutile e non penso neppure di essere un soggetto facilmente abbindolabile, visto il lavoro che faccio. Detto questo, non posso certo sapere cosa "Veramente" venga infilato in ogni prodotto che compro per mia figlia, e presumo non lo saprò mai. Ci si fida e stop, come fanno tutti a questo mondo. Altrimenti si mangia l'aria fritta e sei sicura al 100% che sarai sanissimo. Un po' affamato eh, ma sanissimo.

Manuela ha detto...

Ti posso assicurare che tra qualche anno, quando la tua consapevolezza sarà maggiore, sorriderai rileggendo le cose che hai scritto oggi.
Io mi fidavo, ora non più: mi informo. E non è solo un discorso del prodotto in sè, ma anche di tutto quello che c'è dietro, di dove vanno a finire e cosa vanno a finanziare i nostri soldi, che tipo di economia agevoliamo con i nostri acquisti.
E fiere come questa sono davvero delle icone in questo senso.
Poi chetelodicoafare, ognuno a casa propria fa ciò che più gli piace. C'è un mio amico che mi dice sempre che preferisce non vedere, piuttosto che vedere e arrabbiarsi, stare male, deprimersi per quello che vede.
Io invece ho scelto di vedere e di tentare di far vedere anche gli altri. ciao

Momo ha detto...

Manuela, può essere che tu abbia pienamente ragione, non dico di no. Penso di informarmi anche io su quello che compro e sui prodotti che scelgo, ma so che ci sono persone che per esempio cercano sempre l'alternativa ai prodotti delle mega multinazionali, oppure sono fissati col biologico o ancora comprano solo equo-solidale. Tante tipologie di acquirenti che alimentano diversi canali commerciali. Quale sia quello migliore sotto tutti i punti di vista, penso sia difficile da stabilire anche per un grande esperto. Grazie comunque per avermi "fatto vedere". Se vuoi continua a farlo, non ho paura delle critiche. E se è il caso, cambio anche idea sulle cose. Solo gli stolti non cambiano idea.

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...