12 settembre 2011

Desmontegada 2011

Ieri splendida giornata di sole per lo svolgimento dell'edizione 2011 della Desmontegada, la festa di fine estate che accompagna le capre in paese al ritorno dagli alpeggi. E' tempo di rientrare nelle più accoglienti stalle di fondo valle, in attesa del generale inverno.

DSC 0088

Il centro storico di Cavalese è stato come sempre chiuso al traffico e la gente ha riempito le vie di allegra caciara in attesa delle capre.

DSC 0091

DSC 0119

DSC 0094

DSC 0104

DSC 0106

DSC 0096

DSC 0095

DSC 0196

DSC 0182

L'arrivo delle capre!

DSC 0129

DSC 0138

 

DSC 0150

DSC 0151

DSC 0164

DSC 0177

DSC 0167

DSC 0113

Quest'anno una novità: alcuni rappresentanti del paese di Mondaino (RN), in costumi tipici dell'epoca medievale, sono venuti a prendere i formaggi delle nostre zone, per poi collocarli nelle fosse presenti sul territorio di Mondaino, e appositamente adibite per la maturazione del formaggio (formaggio di fossa). In novembre, una delegazione della Valle di Fiemme, si recherà da loro durante lo svolgimento del Palio di Mondaino, per completare questo nuovo connubio tradizione-gastronomia-cultura. Ecco alcuni figuranti presenti ieri.

DSC 0107

DSC 0114

DSC 0111

DSC 0097

DSC 0099

DSC 0108

DSC 0102

La serata poi è proseguita alla Sagra di Carano (poco lontano da Cavalese) con un piatto di Caronzei (ravioloni conditi con burro fuso e grana e ripieno di patata) e la Fortaia detta anche Strauben, un dolce fatto con la pasta dei krapfen e guarnito da marmellata di mirtilli rossi e zucchero a velo. Qui sotto la chiesa di Carano.

DSC 0213

Pin It

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Mah...secondo me se fai i krapfen con la ricetta per gli strauben..non so cosa ne possa uscire..

Angelwings ha detto...

Grazie per la bellissima "gita", mi sono rifatta gli occhi!

Momo ha detto...

Anonimo, hai ragione, è una pastella fatta appositamente, son stato un po' sbrigativo per far capire velocemente.

Angels, hehe, grazie a te della tua sempre costante presenza!

Anonimo ha detto...

la tipa col vestito arancione e il bambino in braccio è una di cavalese... sicuramente non è una figuratne di mondiano...

Momo ha detto...

Anonimo, grazie dell'informazione. Io non posso conoscere tutti. Il paese comunque è Mondaino.

Anonimo ha detto...

e la pupina come si è comportata in questa prima uscita?

Eleonora

Fedekiko ha detto...

a me sembra che la desmontegada si stia sempre più trasformando in una baracconata...

Anonimo ha detto...

concordo in pieno con fedekiko: ci sono stata un paio di volte perchè il bimbo mi chiedeva di portarlo..ma, sinceramente, questa manifestazione da proprio l'idea di una trovata prettamente commerciale; di una cosa messa in piedi solo per far girare un bel po' di soldi. Tant'è vero che se le capre sono ammalate, se le fanno prestare da qualcun'altro!!
Della tradizione è rimasto ben poco.

Momo ha detto...

Eleonora, benissimo. E' stata in giro con noi per tutto il giorno senza fiatare. Poppata al parco e via!

Fedekiko, Anonimo, se si vuol vedere sempre le cose dal lato sbagliato, avete pienamente ragione. Ma se invece analizzate la Desmontegada per quello che è, cioè una festa, con mostre, musica, buon cibo, svago, cultura, in cui ci si può divertire, girare per le bancarelle assaggiando i formaggi caprini, acquistando prodotti che non trovate ovunque, passando due ore all'aperto magari imparando anche qualcosa dai vari maestranti che c'erano sul posto, allora vedrete che non è poi così male eh. L'arrivo delle capre insomma, è un pretesto per cotruire intorno a loro un evento. Se guardate bene, ogni manifestazione di questo tipo si basa sull'aspetto commerciale. A Castione, per fare un esempio, quando c'è la festa delle castagne son tutti lì a cercare di venderti di tutto. Ma questo non vuol dire che si debba etichettare quella festa come solo ed unicamente commerciale. Domenica scorsa alla Desmontegada c'era un sacco di gente come. Gli organizzatori sono rimasti super contenti. Vuol dire che le cose son state fatte bene e con cura. Poi siete liberi di rimanere tranquillamente a casa.

Anonimo ha detto...

Chiaro che ognuno è libero di andarci oppure no..ed è indubbia l'ottima organizzazione della manifestazione..chi commenta con una nota polemica lo fa, probabilmente, con la nostalgia verso ciò che una volta rappresentava un rientro dopo una stagione passata in malga, una festa per il ritrovare il "focolare" di casa, una situazione dettata dalla necessità e non dal commercio sfrenato..
pura nostalgia delle cose semplici.. tutto qua

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...