28 aprile 2010

Houston, abbiamo un problema.

In questi giorni sto leggendo un pò qua e là, notizie di flop a dir poco clamorosi ai concerti di Whitney Houston, indimenticata cantante pop-soul-blues-gospel degli anni '80 (è tutt'ora l’artista donna più premiata di tutti i tempi, con 412 premi, inclusi 6 Grammy, 2 Emmy, 22 American Music Awards e 16 Billboard Music Award) che ora sta provando a ritornare alla ribalta all'età di 46 anni. Ma poi leggo e vedo immagini diametralmente di senso opposto e allora non capisco se si sta speculando sulle disgrazie che ha avuto in passato Whitney (droga, anoressia, squilibri mentali) o che cosa.
Per esempio, guardate questi due scatti impietosi fatti 4 giorni fa al concerto che Whitney ha tenuto a Londra.

Qui invece siamo a Newcastle 6 giorni fa.

Decisamente diverso l'impatto. O no?
Ancora: questa è una foto rubata fuori dall'aeroporto di Sidney il 1° marzo 2010.

altri due scatti sempre nella medesima circostanza.

e questi sono scatti della sua esibizione in pubblico a Central Park - New York il 1° settembre 2009.

Poi ci sono le performance musicali del suo nuovissimo tour mondiale (Nothing But Love World Tour) che è partito il 6 febbraio 2010 e che avrà tappe un pò dovunque tra cui Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Francia, Italia, Germania, Inghilterra e che si concluderà il 10 giugno 2010 in Finlandia.
Qui una esibizione definita spettacolare di 10 giorni fa a Nottingham

e qui la performance di due giorni fa a Londra che ha fatto scappare anche i fans più sfegatati.

Durante questo concerto, sembra che Whitney abbia ammesso, davanti ad una platea di 20.000 spettatori circa, di non riuscire a toccare più le note alte come faceva un tempo e avrebbe addirittura abbandonato "The greatest love of all" dopo poche note lasciando sconcertati tutti quanti.
Ecco lo stesso brano cantato nel 1986.

Aggiungiamo anche che la cantante americana ha annullato diverse date del tour, tre solo in Inghilterra settimana scorsa, che ha pretese assurde nonostante non sia più la blasonata star che era, e che ha avuto un malore a Parigi per non ben chiari problemi alle vie respiratorie. Tanti problemi che non fanno altro che fomentare voci e polemiche.

Di certo sono lontanissimi i tempi di The bodyguard con Kevin Costner, e dei clamorosi successi che raccoglieva in tutti i teatri del mondo, però Whitney ha comunque 46 anni, non 70. Ci sono donne che a 69 anni (vedi Raquel Welch nel recente servizio del TG5) che sono pazzescamente in forma. E a questo proposito sicuramente ha inciso la vita condotta negli ultimi dieci anni dalla Houston, con veramente tanti problemi legati al marito, alla droga, all'alcol e alla depressione.
Comunque Whitney dovrebbe arrivare in Italia per i suoi concerti del 3 e 4 maggio 2010 a Milano e Roma. Il condizionale è d'obbligo visto l'andazzo. Aspettiamo e sapremo.
(TPP) 1 ora e 20 minuti

Pin It

3 commenti:

Saint Andres ha detto...

Peccato è davvero tristissimo vedere una stella del suo calibro spegnersi in questo modo. La speranza è sempre l'ultima a morire, quindi mi auguro che sappia rimettersi in sesto completamente, ok, ci può anche stare l'abbandono del palcoscenico ma l'importante è non vederla più ridotta in stato deplorevole come in certe foto.

Zion ha detto...

cosa non fanno trucco e capelli...tutto fanno, tutto!!! (oltre a photoshop, ma parlo delle apparizioni dal vivo)

Saint Andres ha detto...

Eh, sì, Zion, il suo problema purtroppo è che trucco e capelli ai fan interessa davvero poco quando ha fondato la sua carriera su certe performance vocali. I fan mal sopportano i playback di Britney Spears, figuriamoci di una cantante come la Houston.

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...