05 gennaio 2010

Scorpacciata Marlboro Classics

Oggi sono andato a Bolzano allo store della Marlboro Classics e ho fatto un pò di spesucce, dopo che l'altro giorno avevo svuotato mezza cabina armadio da cose vecchie e brutte.
Mi sono comprato 4 capi uno più bello dell'altro. Il primo: camicia sul grigio antracite molto scura.



Il secondo: pantalone 5 tasche stretch modello Dawson grigio scuro




Il terzo: maglia in cotone pesante



Il quarto e mio preferito: jeans 5 tasche slavato stretch modello Devemport







Se qualcuno non mi avesse fermato, sarei andato avanti. C'era un altra bellissima camicia, una maglia morbidissima nera, una t-shirt, un giubbotto... sigh!
Comunque sono molto soddisfatto degli acquisti fatti e per un pò direi che siamo a posto.
Ho anche fatto 4 chiacchiere con la commessa, la quale mi ha confermato che Marlboro Classics ha recentemente cambiato logo (è la quarta volta in meno di 15 anni) cercando di staccarsi un pochino dal suo mondo d'origine, la vita da strada americana, molto country cowboy e far west.
L'azienda sta cercando di urbanizzarsi un pò per abbracciare una più ampia fetta di pubblico restando però sempre legata a doppio filo con il mondo che l'ha resa celebre. Aveva già fatto questa mossa in passato ma con risultati dubbi. Ora che tutto va a gonfie vele (nel 2008 avrebbe fatturato di circa 170 milioni di euro arrivando a costruire una rete di oltre 2.400 punti vendita con una forte presenza in oltre 40 paesi nel mondo), è probabilmente tempo di dare una ulteriore sferzata.
Tornando al logo, a me piaceva moltissimo il primissimo, quello con l'uomo dallo spolverino e cappello nero, ve lo ricordate? Voto: 9
Poi c'è stata una regressione pazzesca dal punto di vista stilistico e grafico con questo ammodernamento. Voto: 4
Per fortuna si è poi tornati al classico mondo Marlboro. Voto: 6,5
E infine ecco a voi l'ultimo logo nato. Voto: 7.
I grafici hanno tenuto le iniziali del vecchio logo scimmiottandone il font e pulendolo un pò, aggiungendoci poi una S che probabilmente sta per Style. Sotto l'acronimo MCS, con un elegante bastone, la scritta Marlboro Classics. Un buon compromesso tra la tradizione e la modernità richiesta dai tempi.
Anche l'immagine all'interno dei punti vendita e in generale su tutto il materiale PV, perderà un pò quel gusto che aveva avuto sinora, virando su mondi più "urban style".
Concludo il post rassicurandovi che si, lo so che non è normale comprare dei capi di abbigliamento e mettersi a fotografarli come se dovessi farne una campagna pubblicitaria, ma che ci volete fare? E' pur sempre il mio lavoro e quando posso, ci gioco.
(TPP) 2 ore.


Pin It

6 commenti:

Khassad ha detto...

Tranquillo, fotografare capi di abbigliamento è tutto sommato normale. Io ho un collega accanito cercatore di funghi, che da anni fotografa uno per uno tutti i funghi che trova.

rob_ ha detto...

.....bella roba!
adesso devo andare a vedere se ci sono dei negozi vicino a casa mia!
;-)

Saint Andres ha detto...

Fotografo anche io i capi che compro, che vuoi farci, sono un po' malato per certe cose, ma in fondo sono sempre piccole soddisfazioni!

Zion ha detto...

a me piacciono tantissimo i posts in cui fotografi i vestiti, mi viene voglia di comperarli tutti!!! meno male però che sono vestiti da uomo :D

Anonimo ha detto...

bel posto questo... attratta dall'immegini e dai testi... e sorrido... perchè mc sono le mie iniziali! ma giuro che non c'entro nulla! :D
ps. abitudine comune mi sa quella di fotografare i nuovi acquisti! ;)

tornerò...
Mari

Momo ha detto...

Khassad, hehe vedo che di matti in giro ce n'è parecchi.
Saint, è anche un modo per ricordare che si compra nel tempo.
Zion, allora le mie foto potrebbero veramente essere usate per delle pubblicità se ti fanno questo effetto!
Mari, grazie per la tua visita! Torna presto, ti aspetto!

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...