08 agosto 2009

La lunga estate calda

Rieccomi tra voi. Ieri sera ero così a pezzi che non ho avuto manco la forza di accendere il mio mac e postare le ultime novità dei lavori nel mio giardino. Tutto procede al meglio anche se far incastrare i vari artigiani e le mie esigenze non è affatto semplice. Tremila telefonate per avere la terra in tempo prima delle chiusure estive, organizzare il trasporto del materiale, far portare via la terra brutta... Insomma sarebbe stato comodo aver avuto una segretaria a disposizione. Comunque la giornata di ieri è cominciata con l'asporto del vecchio materiale che doveva creare un lieve strato di vuoto per lo scorrimento dell'acqua. E' un materiale che si stende a rotoli alti un metro.
Ho poi saputo che questo è considerato rifiuto speciale e che dovrò pagare per il suo smaltimento 1,70 al chilo.
Andando ad acquistare il tessuto non tessuto di cui parlavo ieri ho visto questo tubo speciale
e ne ho comprati una trentina di metri. Sarà messo tra i sassetti di porfido che faranno da strato drenante. Se notate è completamente forato e il suo compito è di raccogliere l'acqua presente al suo estrerno e convogliarla lontano. Questo mi eviterà di dover bucare la fondazione del muretto di cinta per trovare uno sbocco all'acqua piovana ma anche a quella dell'impianto di irrigazione. Ecco il tessuto non tessuto. Ed ecco la parte più importante del nuovo materiale: il frantumato secco e la nuova terra. In totale sono stati asportati ben più dei 10 mc che avevo ipotizzato ieri. Siamo a quota 17 metri cubi!! Quindi ho ordinato 9 mc di frantumato secco e 9 di terra.
Dopo aver ripulito tutta la soletta dalla terra...
Ho iniziato con la demolizione del muretto di pietra. Alcuni mi prenderanno per pazzo: questo muretto è stato fatto con le mie manine e tanto sudore precisamente 5 anni fa. Ecco alcuni scatti dell'agosto del 2004.Ed ora...
D'altro canto le esigenze cambiano e anche le idee. Qui sorgerà una nuova grande aiuola. nel frattempo preparavo tutto per la posa del frantumato secco e relativo mega tubo raccogli acqua.
Ed ecco il materiale posato. Come vedete il tubo serpeggia tra il frantumato, il tutto appoggiato al leggero strato di cemento che copre la guaina di protezione della soletta, sotto la quale c'è lo strato di catrame che impermeabilizza il tutto.
Si procede così: tubo e frantumato secco.
Sopra si posa il tessuto non tessuto per evitare che la terra, con il passaggio dell'acqua, non si infili tra i sassi e blocchi la circolazione dell'acqua.
Sopra il tessuto non tessuto, la terra. In questa zona del giardino, dove è stato demolito il muro, ho messo la terra non molto bella che ancora avevo qua e là. Poi, gli ultimi 20 cm saranno riservati alla terra meravigliosa che ho fatto arrivare.
Ora vi sto scrivendo perchè i lavori sono fermi a questo punto. Piove e bisogna attendere che smetta. Sempre che ne abbia l'intenzione.
Nel frattempo penso alle cose che ancora non ho deciso, tipo che granulometria comperare per fare le aiuole stile giapponese.
(TPP) 35 minuti. Pin It

1 commento:

Anonimo ha detto...

Perche' non l'hai recuperato il vecchio "tessuto non tessuto"?
Sopra alla ghiaia avrebbe svolto lo stesso compito di quello nuovo.

Ciao ...Silone

Sei sempre un grande!!!!!

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...