05 maggio 2009

Disperazione erbosa

Ieri ero in giardino dopo il lavoro ed ero abbastanza demoralizzato. Controllavo la situazione e mandavo al diavolo tutti perchè un prato erboso così schifoso forse non l'ho mai avuto. C'è da dire che da quando è andata via la neve non l'ho ancora toccato se si esclude una leggera concimatura, quindi i trattamenti da fare sarebbero tanti ma io ho ancora in mente il ribaltamento dell'intero giardino che dovevo fare e che probabilmente non farò, perlomeno per come lo avevo pensato. Fondamentalmente mi mancano i mezzi, il tempo e non voglio spendere una fortuna. Intanto guardate come siamo ridotti nella parte a nord della casa.Oltre alle innumerevoli erbacce a foglia larga, quasi ed esclusivamente Tarassaco, che mai in misura così elevata ho visto nel mio prato, c'è da sottolineare come ormai per tanti motivi, di erba vera ci sia rimasto ben poco. Le zone che vedete qui sopra in marroncino sono quelle dove ho passato l'arieggiatore (l'attrezzo che toglie l'erba morta e il muschio dalla base del terreno per favorire il passaggio di aria e acqua), il materiale asportato era formato da erba morta, muschio e aghi di abete. Questa solitamente è la zona peggiore del giardino proprio perchè esposta a nord, dove l'umidità la fa da padrone, il muschio cresce rigoglioso (maledetto!), il bosco è praticamente sopra il prato e gli aghi dei larici cadono per tutto l'autunno e l'inverno, soffocando ulteriormente l'erba, senza contare che la terra fa schifossimo, argillosa come pochi e tutto ciò che deve crescere fa molta fatica perchè l'acqua asciuga a fatica stagnando e quando invece è assente, il terreno è durissimo... Insomma un vero disastro per il manto erboso. Guardate da vicino com'è la situazione.Di fili d'erba ce ne sono ben pochi. Poi con due tre passate di rasaerba da lontano sembrerà forse tutto a posto nel giro di 20 giorni, ma il problema non si risolve così. Bisognerà correggere il terreno e siccome il lavorone che avevo in mente di fare non verrà fatto, passo al piano B: comprerò dei sacchi di terra da parto erboso già pronta, e aggiungerò della sabbia di fiume. Dovrò fresare tutto per bene, naturalmente A MANO e per ora mi limiterò alla zona dietro la casa per vedere se il tutto reagisce bene e anche per non buttare tutto il giardino per aria. Ora guardate le prossime foto: Il mucchio che notate in mezzo al prato è tutta la lanuggine che ho asportato con l'arieggiatore nel solo tratto circondato dal segno rosso.
Per assurdo invece l'erba che avevo tagliato nell'intero giardino prima di passare l'arieggiatore è tutta in questa cassa.
Questo fa capire come faccia fatica a crescere proprio perchè il terreno non da nutrimento e la lanuggine soffoca il tutto. Qui sotto invece vedete l'unica zona del giardino che ha la terra originale del posto. Come vedete qui l'erba, che devo ancora toccare dall'autunno scorso, ha una crescita sana e rigogliosa nonostante non abbia ancora passato l'arieggiatore. Il terreno è tutto per la crescita dell'erba, ricordatevelo!Per finire, vi faccio vedere com'era la situazione del prato 20 giorni fa.Ora, dopo una prima rasatura, è così.
L'erba è indubbiamente cresciuta, però non come avrebbe dovuto.
(TPP) 40 minuti. Pin It

1 commento:

Anonimo ha detto...

ma sbaglio o l'erba del tuo vicino è più verde? :D

Anonima

Posta un commento

Se stai per lasciare un commento, ti ringrazio fin d'ora. Io mi nutro di commenti! Risponderò appena il tempo me lo permette. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...